Il marchio Italia tra i primi dieci al mondo

Ad Arezzo la Fipe Business School
13 marzo 2017
Haccademia e le pizze dell’Alleanza
14 marzo 2017
image_pdfimage_print

La ricerca Nation Brands, condotta dalla società specializzata britannica Brand Finance, utilizza lo stesso metodo impiegato per stimare il valore della maggiori imprese mondiali, elaborando dati forniti da organizzazioni internazionali e società di ricerche di mercato (come World Economic Forum, GfK, fDi Intelligence, IMD).
I risultati relativi al 2016 confermano gli USA al primo posto della classifica dei 100 Paesi leader, con una stima del fatturato del marchio di 20.574 miliardi di dollari (+4% rispetto al 2015). Al secondo posto, stabile la Cina (7.087 miliardi di dollari, +12%), seguita dalla Germania nonostante un leggero calo (3.882 miliardi, -7%) e dal Giappone (3.002 miliardi, +18%). L’Italia conferma la sua posizione al nono posto, con una stima delle prospettive di fatturato del “marchio tricolore” di 1.521 miliardi di dollari, registrando un discreto aumento rispetto ai 1.445 miliardi del 2015 (+5%). Subito dopo il nostro Paese, si trovano l’Australia (1.305 miliardi, -7%) e i Paesi Bassi (1.121 miliardi, +12%). Fanalini di coda della classifica, Cipro e Camerun (entrambe con 10 miliardi).

image_pdfimage_print