Olio, nuova organizzazione interprofessionale

Dieci aree protette sono state premiate da Legambiente come le migliori strutture per ecosostenibilità
2 dicembre 2016
Gli emergenti di pizza, sala e cucina
2 dicembre 2016
image_pdfimage_print

Organizzazioni dei produttori olivicoli, commercio, industria e trasformazione hanno trovato la quadra: Aipo, Cno, Unapol, Unasco, Unaprol, Federolio, Assitol, Aifo e Assofrantoi si riuniranno sotto il cappello della Fooi, Filiera olivicola-olearia italiana. Resteranno fuori, dunque, le cooperative e le organizzazioni agricole.
il primo presidente della nuova organizzazione interprofessionale dell’olio d’oliva e delle olive sarà David Granieri, presidente di Unaprol, la vicepresidenza andrà ad Assofrantoi, della Confagricoltura, mentre la sede sarà presso il Cno, consorzio nazionale degli olivicoltori. Organi sociali della Fooi sono poi l’assemblea, il consiglio di amministrazione, l’organo di controllo e il comitato di sorveglianza in cui siederanno i membri indicati dalle associazioni di categoria maggiormente rappresentative a garanzia del buon funzionamento dell’interprofessione. Attiva a livello nazionale e internazionale, la Fooi lavorerà per rafforzare la competitività economica e l’innovazione nel comparto perseguendo, inoltre, l’individuazione di un migliore coordinamento delle modalità di immissione dell’olio di oliva sul mercato, in particolare attraverso ricerche e studi di mercato.

www.qualivita.it

image_pdfimage_print