Un 2016 da record per il pane di Altamura DOP

RED in Sicily, fino al 15 marzo in tutta l’isola
27 febbraio 2017
Anteprima 2017 Bardolino e Chiaretto
27 febbraio 2017
image_pdfimage_print

Superando le 440 tonnellate, grazie a un incremento del 17,9% rispetto al 2015, il pane di Altamura DOP ha archiviato nei mesi corsi un anno da record. Anche secondo Bioagricert, l’organismo di certificazione riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole, dal 2003, anno del riconoscimento della denominazione a livello comunitario, non erano mai stati toccati picchi di produzione così elevati.
La crescita, quantificabile in un 30% se si considera il triennio 2014-16, assume un valore tanto più importante se si considerano il calo dei consumi di pane in Italia, le truffe alimentari e le attività di concorrenza sleale (la Dop di Altamura è il pane “più imitato” d’Italia) che danneggiano l’intera filiera e gli stessi consumatori.
“I dati sulla produzione relativi al 2016 sono il frutto del lavoro svolto nell’ultimo triennio dal consorzio e i suoi associati (agricoltori, molitori e panificatori) – spiega Luigi Picerno, presidente del Consorzio di valorizzazione e tutela del pane di Altamura DOP –, che hanno dato vita a un rinnovato spirito di squadra, condividendo obiettivi di crescita e interventi. Il piano strategico comincia a dare i suoi frutti, accrescendo la fiducia dei consumatori e la riconoscibilità del prodotto a marchio”.

image_pdfimage_print