Una sera all’insegna della Schiacciata

entra in vigore la nuova legge per ridurre gli sprechi alimentari e farmaceutici
14 settembre 2016
Dietro alle quinte… del mondo digitale
14 settembre 2016
image_pdfimage_print

Sono oltre 600 i termini con i quali viene definita la schiacciata, uno dei prodotti simbolo della Toscana. Lo ha rilevato il Censimento della schiacciata toscana, varato nel 2013 da ASET, Vetrina Toscana (il progetto di Regione e Unioncamere che promuove ristoranti e botteghe che utilizzano prodotti tipici del territorio) e Accademia della Crusca.
Martedì 20 settembre alle 19, in un incontro enogastronomico aperto al pubblico e firmato ASET, l’associazione dei giornalisti enogastroagroalimentari della Toscana, nel giardino del prestigioso Hotel Regency di Firenze (Piazza d’Azeglio, 3), si svolgerà la premiazione degli otto forni – quattro di Firenze città, quattro della provincia – selezionati tra gli oltre cento segnalati dai soci Aset che avranno prodotto le schiacciata più buone o tipologicamente rappresentative.
L’appuntamento sarà doppio perché, in quell’occasione, verrà assegnato anche il 3° Premio Kyle Phillips, riconoscimento attribuito da Aset al giornalista enogastroagroalimentare under 35 più anticonformista dell’anno. Il collega, cioè, il cui lavoro abbia meglio rappresentato negli ultimi dodici mesi il modo di fare informazione che fu di Kyle Phillips, prematuramente scomparso nel 2013: mancanza di pregiudizi, curiosità professionale, serenità di giudizio, voglia di esplorare, franchezza, brillantezza nello scrivere e sobrietà nel comportamento; quest’anno il riconoscimento va a Camilla Micheletti,  caporedattore “Slow, la rivista di Slow Food” e collaboratore di Giunti Editore.
La partecipazione alla serata, a posti limitati, è aperta al pubblico su prenotazione (allo 055 245 247),  al costo di 12 € per persona.

image_pdfimage_print