Via Francigena, crescono i fruitori del turismo lento

Weekend in Cantina nei territori del Prosecco
9 gennaio 2017
Torino e le sue innovative politiche alimentari
10 gennaio 2017
image_pdfimage_print

Il turismo lento, quello ambientale, che valorizza i percorsi a piedi, e le soste in luoghi in parte sconosciuti, è in aumento.  Secondo Marco Aguiari, Presidente del Comitato della Francigena Sud, “I Cammini dell’Italia Centromeridionale saranno il vero fenomeno turistico del futuro. Lungo la Via Francigena le presenze sono aumentate del 30% in un anno con trend in crescita molto interessante soprattutto là dove vi sono stati investimenti in strutture ricettive e segnaletica.  Possiamo dire con sicurezza che i Cammini dell’Italia centromeridionale rappresenteranno le mete più ambite per il turismo in Italia.  Nella sola Francigena Nord le presenze di camminatori hanno superato i 10.000”. Il profilo di questo tipo di turista è rappresentato per l’80% da italiani, e ben oltre il 50% sono donne.

In Inghilterra si stima che nel 2017 ben 38 milioni di persone decideranno di fare turismo ambientale . Qualora l’Italia si organizzasse – ha dichiarato Stefano Spinetti , Presidente Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE –  con una grande politica di promozione del territorio , riusciremmo nel 2017 a registrare un aumento turistico di ben 3 milioni di persone dalla sola Inghilterra . Sarebbe un risultato importante per un’Italia che, all’indomani del terremoto, ha una notevole necessità di rilanciare l’immagine di alcune aree” .

Lucilla Meneghelli

 

image_pdfimage_print