Veri eventi

Diversi anni fa, dovendomi recare al Policlinico di San Donato, notai che i distributori di snack, ubicati nelle aree di attesa, erano diversi dal solito. Anche il nome E.A.T. (in origine acronimo di Educazione Alimentare per Teenagers) mi intrigò subito. Incuriosito cercai di capire in cosa si differenziassero da quelli comuni e scoprii che la dirigenza di quell’ospedale proponeva a pazienti e visitatori della propria struttura prodotti alimentari che, per semplificare, fossero più sani, dunque, con pochi zuccheri, se non assenti, pochi grassi e così via.

Il Progetto, però, aveva mire più ambiziose, partendo dall’educazione dei più giovani con un monitoraggio dei comportamenti alimentari in ambito scolastico, alla proposta di un corretto consumo di acqua durante la giornata di studio che permettesse una maggiore lucidità ed energia, allargandosi, infine, a tutta la popolazione che con diverse azioni poteva intercettare.

Una di queste iniziative ho avuto modo di conoscerla di persona durante una cena tenutasi presso il ristorante interno (ma aperto anche all’esterno) della Clinica Madonnina, in via Quadronno a Milano.

Nel corso degli ultimi 2 anni, il team di nutrizionisti del Gruppo San Donato, tra loro la dottoressa Daniela Ignaccolo, ha collaborato con l’associazione di cuochi JRE (Jeunes Restaurateurs Europei). L’obiettivo del progetto, nel frattempo ribattezzato “EAT – Alimentazione Sostenibile”, era di condividere le reciproche conoscenze, nutrizionali e tecniche per addivenire non tanto ad un menu, comunque risultato di per sé raggiunto, grazie alle numerose ricette sfornate da 11 cuochi dell’associazione, ma di fissare un modello che permetta, in primis proprio al .Ristorante EAT, ma, correttamente, esempio per chiunque, di cucinare piatti sani, buoni da mangiare e belli da vedere

Il concetto sembra banale, ma non lo è affatto, infatti, il grande lavoro svolto da nutrizionisti e cuochi è stato innanzitutto una palestra professionale importante, perché non è stato facile trovare un punto di incontro tra chi suggerisce il rispetto rigoroso di linee guida alimentari e chi, in cucina, vorrebbe avere sempre massima libertà di espressione, senza badare alle conseguenze che un piatto possa avere sulla salute di un cliente. La sfida è proprio quella di saper confezionare un piatto attraente, gustoso, soddisfacente e appagante, ma equilibrato con un apporto di calorie corretto.

A chiudere il ciclo, serviti da Valerio Centofanti, dell’Angolo d’Abruzzo di Carsoli, erano presenti i vertici del Gruppo San Donato, rappresentati da un membro della famiglia proprietaria, Marco Rotelli, che, a conclusione della serata, insieme a Martino Crespi, event manager di JRE, ha voluto  andare oltre quanto di buono già fatto con la promessa non solo di mettere a regime il lavoro svolto, ma anche di proporre nuove iniziative nella direzione fin qui seguita, diffondendo il modello per la creazione di piatti buoni, sani, sostenibili, anche, ad esempio, ai panini, principale prodotto consumato in tutti gli esercizi del Gruppo.

http://www.eat-restaurant.it – http://www.progetto-eat.it

Aldo Palaoro

image_pdfimage_print
image_pdfimage_print
22 maggio 2018

EAT: il ristorante buono e sano, con un menu firmato JRE

Undici chef JRE firmano, per il ristorante Eat della clinica San Donato, piatti sani, buoni da mangiare e belli da vedere
22 maggio 2018

Eccellenze in Scena, esperienze sensoriali con Illy

Non capita spesso di poter incontrare e gustare il meglio dell’eccellenza in un solo evento sensoriale esclusivo. È ciò che è accaduto grazie all’iniziativa che ha […]
18 maggio 2018

Alta Scuola Italiana di Gastronomia Luigi Veronelli

Presentata a Milano l'Alta Scuola Italiana di Gastronomia Luigi Veronelli, progetto fortemente voluto dal Seminario Permanente Luigi Veronelli
16 maggio 2018

Breadway- Le vie del pane: in viaggio verso Matera 2019

Breadway è un vero e proprio “Festival del pane”, capace di unire la narrazione della tradizione locale alle espressioni artistiche contemporanee
14 maggio 2018

S.Pellegrino Young Chef 2018: il vincitore è Yasuhiro Fujio

Sono stati tre giorni particolarmente intensi quelli che hanno portato alla proclamazione di Yasuhiro Fujio, sous chef de La Cime di Osaka
11 maggio 2018

La visione dell’armonia fra i segreti di Dom Pérignon

Richard Geoffroy introduce il concetto di Plenitude "da non intendere con significato di pieno ma come una sorta di gioia, una leggerezza dell’essere”
11 maggio 2018

Seeds&Chips premia le startup più innovative del food tech

Seeds&Chips, the Global Food Innovation Summit è l'evento di riferimento a livello mondiale nel campo dell’innovazione alimentare
10 maggio 2018

Ristogolf 2018: gli chef sul green per il piacere del palato

Un circuito travolgente che vedrà i protagonisti culinari esibirsi in diverse buvette, postazioni gourmet sul green, showcooking in compagnia degli ospiti
8 maggio 2018

I ristoranti del Buon Ricordo: collezionisti di emozioni

Il Buon Ricordo ha rinnovato i propri vertici e rilanciato lo stile: quello di testimoni di un turismo gastronomico di qualità
6 maggio 2018

Riu.Saggio- L’alternativa allo spreco alimentare

A Serramazzoni, in provincia di Modena, si è svolto venerdì 3 maggio, presso la Scuola  Alberghiera e di Ristorazione, il saggio finale 2018.
4 maggio 2018

Cibus di Parma nell’anno del cibo italiano

Un settore in crescita, a tutti i livelli, deve sempre dialogare e confrontarsi
2 maggio 2018

Cibus a Parma, dal 7 al 10 maggio: 10 cose da fare e da vedere

Non poteva esserci anno migliore per questa diciannovesima edizione di Cibus: infatti questo 2018 è stato proclamato l’anno del cibo italiano.
2 maggio 2018

JRE Italia: per una nuova Europa

Lo sguardo ampio di JRE Italia sull'Europa: Quando l'arte culinaria unisce 15 Paesi europei. Nuova linfa e progetti che crescono ad opera dell'associazione