Barista & Farmer: il talent si svolge in Colombia

Sostegno all’innovazione per le PMI italiane
28 gennaio 2018
A Bologna, mercoledì 7 febbraio: otto grandi chef per la solidarietà
29 gennaio 2018
image_pdfimage_print

Si svolgerà in Colombia e, con la Colombia, l’Italia andrà a formare un ponte culturale grazie a partner istituzionali e al sostegno della Fondazione Giuseppe e Pericle Lavazza che porta avanti progetti di sostenibilità e sviluppo in favore dei coltivatori locali di caffè.

Barista & Farmer, il talent ideato dal campione baristi Francesco Sanapo in collaborazione con Italian Exhibition Group e Sigep giunge alla quarta edizione e si presenta con novità e aggiornamenti.

La sostenibilità sarà al centro dell’attenzione, valore fondamentale accanto a quello educativo e allo sprone competitivo che animeranno la gara, e la scelta della Colombia come ideale campo di battaglia non è certo un caso. La Colombia, infatti, al terzo posto quale produttore mondiale di caffè dopo Brasile e Vietnam, con un export di 13,4 milioni di sacchi di caffè verde e una percentuale di popolazione attiva nella coltivazione pari a circa un terzo, si distingue per la qualità della sua materia prima e per le numerose piccole comunità che all’interno del suo territorio coltivano il caffè con dedizione artigianale.  Uno dei luoghi dove Barista & Farmer si svolgerà sarà proprio Meta, uno dei 23 distretti della Colombia, dove la Fondazione Lavazza ha avviato numerosi progetti di sostenibilità diretti alla comunità locale e alle sue famiglie.

Francesco Sanapo ha affermato presentando le novità di Barista & Farmer al Sigep: “Barista & Farmer è come un sogno che diventa realtà. Tutti i baristi dovrebbero conoscere come si coltiva il caffè, quanta fatica e impegno e dedizione ci vogliono. L’idea l’ho avuta proprio visitando una piantagione e credo che quella del talent possa essere un’esperienza molto formativa e serva a educare i baristi a parlare con la gente, spiegare il valore umano, economico e sociale che sta dietro una tazzina di caffè. Barista & Farmer mette in gioco il sogno di un barista e lo fa diventare realtà. I partner istituzionali che ci supportano in quest’avventura ci insegnano ad affrontare la situazione per il verso giusto, a fare un buon caffè ma anche un caffè buono, nel gusto e nell’etica”.

Ma vediamo in pratica cosa si troveranno ad affrontare i nove partecipanti al talent provenienti da tutto il mondo – Nicole Battefeld, Diego Campos, Iuliia Dziadevych, Matjia Matijasko, Daniel Munari, Sara Ricci, Victoria Rovenskaya, Vala Stefansdottir e Cong Yuan – in quest’edizione colombiana. Innanzi tutto dovranno frequentare una scuola, non una qualunque, ma la Academy di Barista & Farmer, sotto la direzione di Alberto Polojac e un corpo docenti internazionale secondo i moduli di formazione del Coffee Skills program di SCA (Speciality Coffee Association) che comprendono materie quali botanica e agronomia oltre a lezioni di caffè, dalla tostatura all’estrazione. Insomma, dovranno conoscere tutto della bevanda che andranno poi a realizzare in versione personalizzata. I 9 baristi, ai quali se ne aggiungerà presto un decimo, dovranno seguire un percorso completo e unire lavoro e svago, studio e gioco ripresi da telecamere che testimonieranno le loro attività tramettendole su www.baristafarmer.com e sui canali social del talent.

Lo scopo di tutto è alzare l’asticella qualitativa del caffè nel mondo. “Attraverso la conoscenza sul campo – ha affermato Alberto Polojac – vogliamo valorizzare il prodotto portando a conoscenza del pubblico tutti gli aspetti che coinvolgono la coltivazione e la produzione del caffè. Il barista e il produttore, anelli deboli della catena produttiva, possono in questo modo farsi portavoce e creare col loro esempio vantaggi alla comunità”.

In occasione dell’anticipazione di Barista & Farmer, Lavazza, in qualità di main sponsor, ha presentato la nuova miscela Lavazza iTierra! Colombia, da aziende agricole certificate Rainforest Alliance, 100% Arabica che sarà disponibile per il canale ho.re.ca. a partire da settembre 2018. Michele Cannone, Head of Food Service Marketing Lavazza ha concluso dicendo: “Il barista ha bisogno di strumenti per migliorare, e c’è tanto ancora da fare. Questo talent vuole essere un primo passo, non convenzionale, verso un miglioramento nella percezione del valore del prodotto. iTierra, prodotto in Colombia e realizzato in Italia sarà un blend di cultura oltre che di gusto”.

Marina Caccialanza

image_pdfimage_print