Alto Adige, storie di piccoli produttori e grandi vini

Ferragosto da Vissani. Perché no?
2 agosto 2016
HOTEL, 40 anni di storia del turismo dell’Alto Adige
3 agosto 2016
image_pdfimage_print

Sono in 150 e si muovono con un grande spirito di squadra; sono i “piccoli grandi” produttori dell’Alto Adige, protagonisti, nel maggio scorso, di uno strepitoso banco d’assaggio, organizzato a Milano, che ha conquistato sommelier, giornalisti, operatori del settore e semplici appassionati che hanno potuto non solo degustare le tante sfaccettature che contraddistinguono i vini di questo angolo d’Italia, ma anche conoscere le molteplici storie che si celano dietro i calici di vino.
Il valore dell’iniziativa risiede proprio nella capacità dei produttori alto-atesini di andare incontro ai mercati, raccontandosi in maniera pulita, lineare, senza troppi eccessi di fantasia ma bensì con la concretezza che contraddistingue la passione per il proprio lavoro.

EOS_FlorianAndergassen_300 L’Alto Adige è un territorio dotato di indiscusso fascino, punto di incontro tra natura, uomo e antiche tradizioni. Un angolo vitato che si snoda tra l’Italia e l’Austria, caratterizzato da condizioni pedoclimatiche e culturali uniche che si riflettono anche nei prodotti della terra. Grazie alla grande varietà dei microclimi presenti e alla ricchezza di cui sono dotati i terreni, i vini dell’Alto Adige hanno a disposizione uve dotate di grande personalità e qualità. Ai produttori, poi, il compito di tirare fuori il meglio da ciò che la natura generosamente offre loro su quei 5000 ettari posti alle pendici delle Alpi italiane dove 150 cantine del Consorzio si dedicano alla viticoltura.
Le storie dei vini e dei piccoli produttori rappresenteranno il cuore pulsante del banco di assaggio “Alto Adige: storie di piccoli produttori e grandi vini”, organizzato dal Consorzio Vini Alto Adige in collaborazione con la Delegazione AIS Lazio. Il nuovo appuntamento, in programma per lunedì 17 ottobre nelle sale dell’Hotel A. Roma Lifestyle Hotel di Roma (sede dell’associazione), consentirà di degustare una rosa di circa 50 vini che ben rappresentano la produzione vitivinicola altoatesina e di conoscere da vicino le tante storie che li hanno poi fatti nascere.

Per saperne di più: www.vinialtoadige.com

image_pdfimage_print