Torna Anghio’ il festival del pesce azzurro

Gli amanti della chianina si trovano a La valle del Gigante Bianco
30 maggio 2011
Il futuro della imprese italiane discusso a Linkontro
30 maggio 2011
image_pdfimage_print

anghio-festival-pesce-azzurro-2011L’estate della riviera delle palme comincia all’insegna di “Anghiò, Festival del Pesce Azzurro”, dal 16 al 19 giugno prossimi a San Benedetto del Tronto, con l’organizzazione demandata a Tuber Communications e Sedicieventi, e il patrocinio di comune, provincia di Ascoli Piceno e Regione Marche.
Il pesce azzurro è rinomato per le sue preziose proprietà organolettiche, ricco com’è di sali minerali, di vitamine e soprattutto di Omega-3, gli acidi grassi polinsaturi che svolgono effetti benefici sul cuore e la circolazione abbassando il livello di colesterolo.
La seconda edizione promette di bissare le oltre 20 mila presenze dell’anno passato. Un risultato importante, che conferma a centralità del porto di San Benedetto, secondo in Italia per quantità di pescato e flotta impiegata, e premia la fiorente industria di conservazione del settore ittico, a tutt’oggi economia trainante della cittadina assieme a quella turistica.
La manifestazione prende spunto dalla tradizione locale (Anghiò è “alice”, nel dialetto marchigiano), annoverando tra i suoi “ospiti d’onore” tonni, sardine, alici, sarde e sgombri, riunite nella galleria del Palastruzzo, allestita nel centralissimo Viale Buozzi. È qui che gli spettatori potrano assaggiare le numerose specialità a base di pesce azzurro, preparate all’istante dagli chef.
Tra le novità di questa edizione ci sarà “Toro Bianco”, il 18 giugno, manifestazione in notturna dedicata alle eccellenze enologiche del Piceno e realizzata in collaborazione con il Consorzio dei Vini Picenos (il cui logo riporta, per l’appunto, un toro bianco). Grazie a “Pescatore per un giorno”, chiunque potrà provare l’ebrezza di uscire in mare a bordo di un peschereccio e assaggiare dell’ottimo pesce appena pescato.
Conferenze-degustazioni si terranno tutti i giorni, eccetto la domenica, alle ore 19 presso il museo della civiltà marinara delle Marche, riunite sotto il titolo di “Piatti da Museo”: il pubblico potrà infatti degustare alcune ricette della tradizione marinara locale preparate da veri cuochi di bordo. Il 18 giugno, la dottoressa Valentina Tepedino, veterinaria esperta in materia ittica e direttrice di Eurofishmarket, terrà una lezione dal titolo “L’acquisto del pesce: istruzioni per l’uso”.
Come l’anno scorso, non mancheranno le esposizioni fotografiche a tema sulla tradizione peschereccia locale, come “Pesci d’autore” di Giuseppe Merlini. I ristoranti aderenti all’iniziativa proporranno il “Menù Azzurro”, piatti a base di Anghiò e di tutte le specialità di pesce azzurro.
La trasmissione “Decanter” di Rai Radio 2 sarà il media partner della manifestazione, che seguirà in diretta, dalla rotonda Giorgini, giovedi 16 e venerdi 17 dalle 20.00 alle 20.50, e sabato 18 giugno dalle 13.00 alle 14.00 .
Anche quest’anno “Anghiò” sostiene la Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus, per cui a San Benedetto, dal 16 al 19 Giugno, sarà possibile contribuire alla ricerca contro questa malattia.

Per saperne di più:  http://www.anghio.it/

image_pdfimage_print