Berlucchi Mood – taste in the city

Lunelli acquisisce il 50% di Bisol
5 aprile 2014
Expo 2015 avrà il Padiglione del vino
6 aprile 2014
image_pdfimage_print

“Con questo progetto vogliamo offrire al consumatore un’esperienza inusuale. Svelare Berlucchi attraverso una ‘nuova scoperta’, quella dell’inedito. Un viaggio attraverso le città italiane con percorsi che ci possono accostare in modo diverso sia alla città sia al nostro territorio. È questo l’inizio di un viaggio fatto di autenticità, passione e innato buon gusto, dal sapore essenzialmente italiano, con cui vogliamo far riscoprire e gustare il nostro Paese”. Lo racconta così Cristina Ziliani, direttore comunicazione della Guido Berlucchi, il momento conviviale che diventa percorso artistico, culturale, Pop, che l’azienda Guido Berlucchi ha ideato per Milano Design Week con il progetto #BerlucchiMood: un grande chef pop, un grande studio di architettura e tre Franciacorta d’eccellenza insieme a Milano per il Fuorisalone.

Berlucchi ’61, omaggio al primo Franciacorta, creato proprio nel 1961 nelle cantine Guido Berlucchi, anima infatti l’edizione 2014 della Milano Design Week lanciando l’“aperitivo diffuso”, con Berlucchi Mood – taste the city.
Un’esperienza di gusto e di stile firmata da Berlucchi ’61, dagli architetti dello Studio 5+1AA e dal noto chef POP Davide Oldani. Un’idea creativa che nasce dalla contaminazione tra i sapori del territorio della Franciacorta, la creatività e l’arte culinaria e che vuole portare alla scoperta di sensazioni e atmosfere di luoghi inediti della città di Milano.

“Sixties” – Berlucchi ’61 si declina in tre stuzzicanti tipologie – Brut, Rosé e Satèn – che hanno ispirato i tre diversi percorsi disegnati dagli architetti dello Studio 5+1AA, che faranno conoscere spazi e atmosfere inusuali della capitale del Made in Italy, centro propulsore di creatività e di eccellenza del design.
Tre percorsi, pensati per scoprire una città con occhi diversi, che il 10 aprile dalle ore 18 culmineranno in un’esperienza gustativa unica, con un aperitivo diffuso per sperimentare un grande Franciacorta in tre versioni, accompagnato dai “panini gourmet” appositamente creati dallo Chef Davide Oldani.

Percorso ’61 BRUT

Il valore della tradizione segnato da un susseguirsi di luoghi dal sapore forte e deciso. Intoccabili come l’identità reale della città in cui sono nati. Inviolabili e sempre nuovi

  • Vicolo dei Lavandai, sul Naviglio Grande, un angolo di storia sospeso nel tempo, tra case di ringhiera e balconi fioriti.
  • Studio museo Achille Castiglioni, testimonianza concreta dell’attività culturale, artistica, professionale e umana di uno dei più rilevanti maestri del design italiano.
  • Memory Lane, vintage Milano. Una boutique, uno spazio di ricerca, un archivio, nonché terreno di vendita di abiti, accessori e arredamento dedicato al Novecento.
  • Raw, il risultato di una passione per l’universo dell’interior design e dell’architettura coltivata da più di vent’anni da Paolo Badesco. APERITIVO DIFFUSO: i locali di via Palermo 1 sono la nuova vetrina di Raw all’interno del dinamico Brera Design District. Qui Berlucchi ’61 Brut con il suo gusto fresco e godibile con piccante acidità incontra il sapore del panino gourmet 61 Brut.

Percorso ’61 ROSÉ

Luoghi e spazi la cui percezione ha il sapore dell’inatteso. Segnati dal contrasto materico, dal colore che ne identificano il carattere eternamente mutevole a cui sono soggetti.

  • Frigoriferi Milanesi, luogo di incontro e di scambio dedicato all’arte e alla cultura. Dal 2003 ospitano Open care, la prima realtà europea capace di integrare tutte le attività necessarie alla conservazione e valorizzazione delle opere d’arte.
  • Studio De Lucchi, studio di architettura e design dove prendono corpo le sperimentazioni e le ricerche di Michele De Lucchi, sin dall’ingresso mostra qual è il suo stile di architettura: piani lineari, puliti, rivestimento di legno chiaro, grandi aperture.
  • Caminadella Dolci, in un cortile della vecchia Milano un laboratorio di pasticceria per riscoprire il sapore di casa. Crostate, strudel, dolci al cioccolato, biscotti e torte salate preparate con ingredienti naturali da gustare a fette o portare via.
  • Lami Fioraio, a Brera, nel cuore antico della Milano degli artisti, un negozio in cui l’amore per i fiori e per la natura viene quotidianamente coniugato con la ricerca appassionata e severa della migliore qualità. APERITIVO DIFFUSO: qui, in Piazza S. Marco 8, sboccia il colore rosa intenso e vivace di Berlucchi ’61 Rosé, che con il suo sapore corposo e pieno si sposa con il panino gourmet 61 Rosé, contrastando la dolcezza dei suoi ingredienti.

Percorso ’61 SATÈN

E’ la scoperta di luoghi in cui si manifesta la percezione della materia. Il contrasto della materia che permette di identificare e scoprire i luoghi, gli oggetti. Luoghi dove la sensorialità diventa lo strumento di scoperta e di conoscenza.

  • Kvadrat, tempio dei tessuti moderni, si è sintonizzata sull’aspetto e la funzione dei tessuti per creare un prodotto che partecipa alla cultura del design moderno.
  • Torre Branca, con i suoi 108,60 metri è la sesta struttura più alta della città, situata all’interno di Parco Sempione, progettata da Gio Ponti offre una vista panoramica della città.
  • Galleria Iannone, una galleria espressione artistica dell’architettura che affianca oggi un interesse speciale per il “nuovo” avvistabile in più contesti: artisti e designer con un proprio inconfondibile linguaggio.
  • Atelier Palimodde, un atelier dove i capi recuperano le capacità manuali e la tradizione, coniugandole ai trend più cool e contemporanei. APERITIVO DIFFUSO: qui in via San Fermo della Battaglia 17, nella magica atmosfera di un atelier, Berlucchi ’61 Satèn con il suo colore giallo paglierino intenso e il suo profumo elegante rinnova la tradizione del gusto abbinato al sapore del panino gourmet  61 Satèn

Per scoprire Berlucchi Mood – taste the city, i suoi percorsi inediti e partecipare agli aperitivi diffusi: www.berlucchimood.com

image_pdfimage_print