Cateringross in trasferta a Lisbona per la riunione autunnale con i soci

Quanto incide la marca nella scelta d’acquisto del tonno in scatola?
29 novembre 2010
Sapori di Toscana gastronomia a portata di chef
29 novembre 2010
image_pdfimage_print

Dal 14 al 17 ottobre scorso il Gruppo cooperativo Cateringross si è dato appuntamento a Lisbona per il tradizionale meeting autunnale che coinvolge i soci in attività motivazionali di gruppo attraverso momenti ludici e costruttivi.

Sono state tre le sessioni di lavoro nelle quali si è articolato l’incontro, alternate a pause di relax e a visite guidate alle bellezze della capitale portoghese, hanno pienamente soddisfatto i partecipanti. Molto apprezzata anche la scelta della località, sia per la piacevolezza del clima, ancora mite, sia per l’atmosfera leggermente retrò.

AVANTI COSÌ… PIÙ FORTI E COESI Il confronto tra i soci è stato ampio e soprattutto utile per continuare il percorso iniziato nella nuova gestione guidata dal presidente Franco Gialdini e dal direttore Mauro Entradi. E proprio il presidente, nell’illustrare l’agenda delle giornate in programma, ha sottolineato alla platea dei convenuti che il cambiamento intrapreso nei confronti del mercato e del rapporto coi soci, sta dando i primi importanti risultati.

Le nuove modalità di organizzazione della cooperativa evidenziano – dice Gialdini – la volontà in Cateringross di definire una realtà associativa più coesa e più forte rispetto al passato e, nonostante le differenziazioni tra aziende socie e le loro dislocazioni territoriali, confermano che il percorso avviato è corretto e utile a tutti”. A puntualizzare le cose fatte e quelle ancora in calendario ci ha pensato il direttore Mauro Entradi, partendo da una premessa fondamentale: in questo processo di cambiamento la figura del socio è al centro dell’attività della cooperativa. In due anni la centralità delle aziende ha consentito di affrontare molti aspetti commerciali, abbandonando una visione individualista che si respirava in periferia. “Oggi un’organizzazione come Cateringross – sottolinea il direttore – ha la necessità di essere forte nel mercato per essere utile ai soci che rappresenta, credibile con gli interlocutori dell’industria, più solida ed efficiente per crescere in un mercato selettivo e difficile”.

PRIMA SESSIONE: RAFFORZARE I PRODOTTI A MARCHIO Il direttore ha poi illustrato alla nutrita platea di soci, sempre presenti in ogni momento di lavoro, un’importante sessione dedicata al prodotto a marchio. Cateringross, pur avendo oltre 400 referenze etichettate a marchio proprio, è oggi nelle condizioni di perfezionare e migliorare le modalità di inserimento e lo sviluppo dell’assortimento, qualificando, con i prodotti ritenuti ancora validi e strategici, la distribuzione e la capacità promozionale sia in fase di lancio che di rivitalizzazione delle vendite.

SECONDA SESSIONE: L’IMPORTANZA DI UN GRUPPO D’ACQUISTO Nella giornata dedicata alle attività commerciali e nella fattispecie agli acquisti diretti, i soci si sono trovati coesi nel condividere gli acquisti fatti “in partita”. Il presidente Gialdini ha avuto modo di dimostrare con chiarezza e convinzione l’importanza di lavorare assieme, programmando gli acquisti dei prodotti i cui prezzi sono più soggetti alle fluttuazioni del mercato.

TERZA SESSIONE: PER UN’EFFICACE GESTIONE DEL CREDITO A grande richiesta, l’ultima parte dei lavori è stata dedicata a un tema molto sentito dalle aziende socie: il credito e le sue implicazioni nell’equilibrio economico, da tutti considerato il tema più ostico dell’attuale momento congiunturale. A tale proposito, dall’analisi condotta dalla direzione di Cateringross è emerso che il credito va oggi affrontato con più scientificità rispetto al passato.

ANCHE LA COMUNICAZIONE VUOLE LA SUA PARTE Il responsabile di Edizioni Catering, Roberto Martinelli, ha illustrato le novità in materia di editoria e di attività legate ai servizi e alla formazione. Dallo sviluppo della rivista Catering, alla realizzazione di un giornale on-line, alla costituzione di pool di aziende socie dotate di cucine professionali da utilizzare per promuovere un’attività didattica a beneficio dei clienti ristoratori. Francesca Angerame dello staff di sede ha presentato il nuovo portale internet, suscitando grande soddisfazione e interesse tra i presenti. Le nuove performance e le più alte modalità del sistema contemplano un pacchetto di funzioni in grado di rispondere alle esigenze dei soci migliorando l’attività commerciale e amministrativa tra sede e periferia.

PRIMA IL DOVERE …POI IL PIACERE Ma al meeting non si è parlato solo di lavoro. Lisbona ha offerto il meglio di sé e molteplici sono state le occasioni di svago e di visite alla città. Dalle splendide piazze del centro, ai tanti musei e monumenti che ricordano gli splendori di un glorioso passato, Lisbona non ha tradito nemmeno le tante curiosità culinarie dei partecipanti, offrendo ripetuti momenti conviviali per apprezzare il “bacalao” e le tante varietà della cucina tipica, così ricca e saporita. I soci Cateringross prima di lasciare il Portogallo si sono dati appuntamento per un altro incontro fissato a Bologna, verso la fine di novembre, questa volta tutto di lavoro, per discutere dei temi di carattere commerciale e delle attività connesse allo sviluppo della cooperativa.

image_pdfimage_print