Cucinare insieme per festeggiare i vent’anni del Map’s, a Castell’Arquato

Vincente Delicacies: dolcezza ed eleganza da Bronte
31 luglio 2012
Un corso per la ristorazione di qualità
1 agosto 2012
image_pdfimage_print

castello-arquato“La cucina va morsa”. Con questa affermazione potremmo sintetizzare l’intera filosofia culinaria di Claudio Cesena. Lo scrive Alessandra Locatelli che, partendo dall’affermazione del cuoco, sviluppa la filosofia e la psicologia culinaria che nasce tra i fornelli dell’Antica Osteria della Pesa di Cadeo (PC), raccontata nelle pagine di “CUO CHI, due anime in cucina”.

Claudio Cesena muove i primi passi, all’inizio degli anni ’90 al ristorante Da Giovanni, a Cortina di Alseno per poi approdare al Ristorante Map’s di Castell’Arquato nel 1993, dove resterà per tre anni, contribuendo ad ottenere la stella Michelin. Nel 1996 apre, insieme al fratello Marco, l’Antica Osteria della Pesa, sulle colline piacentine, per poi approdare con il locale al’interno del Relais Cascina Scottina, nella campagna piacentina, a pochi chilometri da Piacenza.

Il ristorante Map’s era stato aperto nel 1990 da Giampiero Rigolli, all’interno di uno splendido molino cinquecentesco ristrutturato nel cuore di uno dei borghi più belli d’Italia: Castell’Arquato, in provincia di Piacenza. Nato come american bar con piccola cucina si è trasformato, nel 1992, in ristorante a tutti gli effetti, complice la vera passione del patron: la cucina, appunto.
Sono gli anni di una grande trasformazione della ristorazione italiana, in cui entrano i primi elementi di contaminazione ma soprattutto di ricerca e Giamietro e Claudio ne condividono tutti i passaggi, unendo l’invenzione di nuovi piatti al recupero di tradizioni ormai perse, come il batù d’oca, antichissima ricetta piacentina.

Vent’anni dopo si ritrovano, nella sera di venerdì 3 agosto, a cucinare insieme, nella strada che conduce al Map’s: tavoli in strada in onore di una bella sera d’estate: mani e teste che si reincontrano in cucina, il servizio ai tavoli e il dopocena affidato ai due Andrea, Calafà e Delmi, proprietari del Papana Café, un bar lounge che si trova all’estremità opposta della strada che ospita il Map’s: ma quanto esotismo nei nomi in un paese medievale!
Il Papana è un bar frequentato, al calar della notte, da teen-ager che, quando Giampiero e Claudio ottennero la stella Michelin non erano ancora nati. Sarà curioso vedere questo blending tra generazioni, venerdì 3 agosto nella discesa dell’antico borgo.

Luigi Franchi

Il menu e il programma della serata:
SHOW COOKING ON THE ROAD
Ristorante MAPS e Antica Osteria della Pesa
Cena all’aperto presso la discesa San Carlo

Fiore di zucca fritto ripieno di ricotta e basilico
Culatello Dop stagionatura 24 mesi
Risotto con pasta di salame, piccole verdure dell’orto e scamorza affumicata
Reale di maialino da latte con cipolle rosse in agrodolce e patate
Semifreddo al caffè e meringhe con salsa al cioccolato
Bollicine a tutto pasto, Franciacorta della Cantina Muratori

GARAGE DEEP ON THE ROAD
DJ set by 2 Flat DJs

LIVE BODY PAINTING
by Cesca Lambri

VIDEO & VISUALS
proiezioni di Max Conti

Per la cena è gradita la prenotazione
Ristorante Maps 0523.804411
Antica Osteria della Pesa 0523.504232

image_pdfimage_print