Emergente Sala, per il Centro Sud vincono Sara Jole Guastalla e Carlo Alberto Faggi

Conserve Italia: un nuovo progetto di sostenibilità in campo
22 aprile 2017
Il 4° Trofeo del Salame ferrarese all’Aglio
26 aprile 2017
image_pdfimage_print

Non ci resta che attendere, ora che le selezioni per Emergente Sala sono terminate con la proclamazione dei due vincitori per il Centro Sud, la finale di ottobre a Roma per sapere chi sarà il miglior maître emergente 2017.
Nei giorni scorsi, a Paestum nell’ambito di LSDM, una giuria di esperti – giornalisti, maître, ristoratori, sommelier – ha provveduto a selezionare, tra sette concorrenti, i due vincitori ex-aequo di Emergente Sala Centro-Sud: Sara Jole Guastalla, sommelier del Ristorante “La Magnolia” (una stella Michelin) dell’Hotel Byron a Forte dei Marmi, e Carlo Alberto Faggi, chef de rang al ristorante “Il Palagio” (una stella Michelin) del Four Seasons Hotel di Firenze.
Insieme a loro hanno partecipato: Alberto Ponziani, chef de rang presso il Ristorante “Atman”* di Villa Rospigliosi a Lamporecchio (PT), Claudio Giannuzzi: già chef de rang al ristorante Bros di Lecce e in attesa di iniziare una nuova avventura al ristorante Dimora Ulmo di Matera, Marco Di Meglio, secondo maître del ristorante Lux Lucis* nell’ Hotel Principe Forte dei Marmi, Gian Marco Iannello del ristorante Crocifisso di Noto, e Paolo Fiume, chef de rang  del ristorante Il Pashà* di Conversano (BA).
Le selezioni si sono svolte al Savoy Beach Hotel di Paestum e si sono articolate in due fasi: la prova teorica durante la quale i sette concorrenti hanno parlato di fronte ad una giuria ristretta di 9 professionisti altamente competenti (Francesca Romana Barberini, Ramona Ragaini, Angelo Nudo, Andrea La Caita, Vincenzo Bianconi, Roberta Abate, Enrica Cotarella, Giuseppe di Franca, Pascal Tinari, Luca Vissani) presentando  ognuno un tema di propria scelta e un tema obbligato estratto a sorte tra quelli indicati. Seconda prova il “Contest Lunch” nella sala del ristorante “Tre Olivi” con la gestione dell’intero servizio a partire dalla mise en place a tavolo nudo. Ogni candidato ha avuto un proprio tavolo di riferimento in cui sei clienti/giurati hanno votato l’intera prova secondo il rigido regolamento ideato da Luigi Cremona e Lorenza Vitali. A supporto del servizio i professionisti di sala e cucina del Ristorante Tre Olivi: lo chef resident Matteo Sangiovanni, il maître Giovanni Celentano e il sommelier Valentino Galdi.
Ora Sara Jole Guastalla e Carlo Alberto Faggi si incontreranno a Roma, nell’ambito di Cooking for Art, con i loro colleghi che hanno passato la selezione nord lo scorso novembre a Milano:  Luis Diaz del ristorante “Seta” del Mandarin Oriental di Milano (due stelle Michelin) e Carmilla Cosentino del “La Rei” del Boscareto Resort&Spa di Serralunga d’Alba nelle Langhe.
Dalla finale uscirà l’Emergente Sala 2017.

www.emergentesala.it

 
.

 

image_pdfimage_print