Enrico Crippa, miglior cuoco al mondo per l’Academie Internationale de la Gastronomie

Io scelgo Parmigiano Reggiano
3 marzo 2017
Il nuovo numero di sala&cucina
6 marzo 2017
image_pdfimage_print

Il Premio di miglior cuoco al mondo, secondo l’Academie Internationale de la Gastronomie, che qualche ora fa gli ha assegnato all’unanimità il Gran Prix de l’Art de la Cuisine, Enrico Crippa lo dedica alla famiglia Ceretto e alla sua brigata. Oltre che alla sua famiglia e a mamma Adriana.
Un gesto sincero ed emozionato quello con cui Enrico Crippa, lo chef tristellato di Piazza Duomo ad Alba (CN) ha accolto la notizia. L’indicazione del suo nome è stata avanzata all’Academie da Paolo Petroni, presidente dell’Accademia Italiana della Cucina e vicepresidente dell’Academie Internationale de la Gastronomie che riunisce una cinquantina di accademie nazionali.
Prima di Crippa, gli chef italiani che hanno ricevuto l’ambito riconoscimento sono stati Massimo Bottura nel 2010, Alfonso Iaccarino nel 2000, Nadia Santini nel 1998, Giorgio Pinchiorri e Annie Feolde nel 1993. Isituito nel 1990, il primo a ricevere il Premio fu Joel Robuchon e dopo di lui molti altri chef del gotha della ristorazione mondiale: da Juan Mari Arzak ad Alain Ducasse, da Heston Blumenthal a Michel Bras, da Grant Achatz a Daniel Boulud.

image_pdfimage_print