Festival del Prosciutto di Parma, inaugura Cracco

Piacere… Modena, dal 30 settembre al 2 ottobre
31 agosto 2016
A tavola sulla spiaggia, anche per solidarietà
1 settembre 2016
image_pdfimage_print

Sarà Carlo Cracco a inaugurare, venerdì 2 settembre 2016, la diciannovesima edizione del Festival del Prosciutto di Parma che si terrà a Langhirano il prossimo fine settimana. Ancora un grande cuoco testimonial di un grande evento, lo scorso anno fu Cannavacciuolo, che aspira a attirare come e più di ogni anno decine di miglia di golosi visitatori.
Lo hanno annunciato ufficialmente in conferenza stampa a Milano accompagnati da Francesca Romana Barberini, tra gli altri Giordano Bricoli, Sindaco di Langhirano, Cristiano Casa, Assessore al Turismo di Parma, Simona Caselli, Assessore Regionale all’ Agricoltura della Regione Emilia Romagna, Vittorio Capanna, Presidente del Consorzio del Prosciutto di Parma.
La festa (qui il corposo programma) ha cambiato volto già lo scorso anno trasformando con determinazione quella che era etichettata come una sagra di paese, in un appuntamento dal respiro internazionale.
Merito del Comitato organizzatore che ha saputo cogliere il meglio di quanto fatto negli anni aggiungendo alcune iniziative che hanno garantito un tocco di originalità alla manifestazione.
Su tutto la creazione della Cittadella del Prosciutto, vera festa nella festa che vede una selezione dei migliori produttori locali esporre tutti insieme il meglio della propria produzione. Non solo, proprio nella cittadella, i Prosciuttifici di Parma e dintorni hanno deciso di accogliere i produttori di prosciutto che, in tutto il mondo si distinguono per la qualità del proprio salume. L’idea, nata lo scorso anno, sta prendendo piede e nell’edizione che sta per aprire i battenti saranno presenti prosciutti italiani, croati, spagnoli. Grazie a idee come queste, nelle intenzioni degli organizzatori, il Festival del Prosciutto diventerà sempre più il centro del mondo del re degli insaccati.
Appuntamento, dunque, a Langhirano dal 2 al 4 settembre, anche se Finestre Aperte, la possibilità di visitare i Prosciuttifici prosegue per altri due fine settimana.

 

 

image_pdfimage_print