Identità Golose, il rispetto di Milano per il cibo

Vino e marmellata? Sì, con il Consorzio del Bardolino e Le Tamerici
4 febbraio 2013
La Mozzarella di Bufala a Identità Golose: unicità e reiterabilità
5 febbraio 2013
image_pdfimage_print

Nella splendida cornice della Sala Alessi di Palazzo Marino, la “casa” dei milanesi, prende il via l’edizione numero 9 di Identità Golose. Paolo Marchi ricorda gli inizi, dall’idea, elaborata insieme a Carlo Cracco, alla crescita sempre più consolidata, di anno in anno, grazie all’attenta regia di Claudio Ceroni e dello staff di Magenta Bureau.
Arrivare ad essere un vanto per la città ha significato lavorare sodo e non sempre l’attenzione delle Istituzione è andata di pari passo, fino allo scorso anno, però, quando l’Assessore D’Alfonso, con delega alle attività produttive, commercio, turismo e marketing territoriale, ha accolto la prima conferenza stampa all’interno di un mercato comunale, ne seguì la visita del Sindaco, Giuliano Pisapia, durante il congresso, un’altra prima volta, ed oggi la sala delle grandi occasioni proprio nel palazzo comunale.

Il congresso di quest’anno ha come tema il Rispetto e l’Assessore D’Alfonso, nel salutare, ha sottolineato come in un periodo di grandi cambiamenti, come quello che stiamo vivendo, rapportarsi al cibo con rispetto è il modo più corretto per affrontare una crisi che è anche di valori e riuscirne ad uscire migliorati. Inoltre, ha espresso ottimismo per un settore che, più di altri, vede imprenditori giovani lanciarsi con determinazione, la stessa che Lorenzo Cogo, esempio fulgido di questa nuova generazione, ritiene sia la sua cifra, che spesso, con rammarico, vede scambiata per ambizione.

Avremo presto modo di vedere tutto ciò, rispetto e determinazione, messo in vetrina, da domenica 10 a martedì 12 febbraio.

www.identitagolose.it

Aldo Palaoro

image_pdfimage_print