Incontri di gusto tra Modena a Tavola e il Radicchio trevigiano

Haccademia e le pizze dell’Alleanza
14 marzo 2017
Torino Cocktail Week, la miscelazione di qualità
14 marzo 2017
image_pdfimage_print

Il cammino del Consorzio ristoratori Modena a tavola, liberamente costituito nel 1995 con la benedizione di Giorgio Fini, è stato in questi anni costellato da un numero davvero cospicuo di iniziative ed eventi, nei quali i ristoratori modenesi hanno portato in Italia e nel mondo la città di Pavarotti e della Ferrari, attraverso occasioni di visibilità per la provincia modenese e per le sue bontà. Ieri iniziative di confronto, scambio e condivisione con altre cucine di terre lontane, oggi invece attraverso la rassegna “Incontri di Gusto”, la cucina trevigiana e quella modenese in quattro golosi appuntamenti. Dopo la gara del Tortellino, tra Modena e Bologna, organizzata insieme all’Associazione tOurtlen, che ha scaldato gli animi producendo una notevole attenzione mediatica; la rassegna Tortellino sotto i Portici, con il record sfiorato della tavolata più lunga; La Portata dello Chef, format del mangiar per strada pensato in occasione del Festival Filosofia; le iniziative massive dentro e fuori Expo 2015; il Consorzio ristoratori Modena a tavola, pensa a gemellaggi con la grande tradizione regionale italiana. Portando sempre con sé Aceto Balsamico, Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Modena, Lambrusco e Nocino, insieme alle abilità dei suoi migliori chef, incontra il Radicchio trevigiano.
Il risultato è la rassegna “Incontri di gusto”: cene preparate a quattro mani, dove in particolare aceto balsamico e Radicchio, la fanno da padrone, sotto l’egida e lo stimolo del Consorzio Aceto Balsamico di Modena. In ogni serata le coppie di chef propongono un menu degustazione dove sono presenti anche altri prodotti tipici dei due territori; alle portate sono abbinati quattro vini selezionati fra quelli di due cantine trevigiane e tre cantine modenesi, Fattoria Moretto, Poderi Fiorini e Cantina Paltrinieri Gianfranco. Dopo la tappa del 1 marzo dove Stefano Corghi del ristorante Il luppolo e l’uva di Modena, ha incontrato lo chef del ristorante Podere dei Conti di Susegana (TV); quella di giovedì 9 marzo all’Osteria Emilia di Campogalliano di Cristian Facchini, con lo chef del ristorante Al Migò di Treviso; mercoledì 15 marzo sarà la volta di Marco Messori dell’Osteria della Cavazzona di Castelfranco Emilia, che cucinerà insieme allo chef della Locanda Cappello di Mel (BL); l’ultimo appuntamento è previsto per giovedì 23 marzo all’Antica Moka di Modena, dove Anna Maria Barbieri proporrà un menù creato insieme allo chef dell’Osteria Alla Pasina di Casier (TV).

Luca Bonacini

image_pdfimage_print