INGREDIENTE PARMA, Anteprima a Verona

La pizza: al via il campionato mondiale dal 7 al 9 aprile
4 aprile 2014
Il Franciacorta Riserva 2008 “Armonia” Pas Dosè Le Cantorie
5 aprile 2014
image_pdfimage_print

Vinitaly è alle porte e ai Consorzi della food valley non poteva sfuggire questa occasione di far conoscere l’abbinamento ideale tra i celebri prodotti parmigiani – Prosciutto di Parma, Culatello di Zibello, Parmigiano Reggiano – e i vini dei loro colli. Uniti si presenteranno al Fuorisalone di Vinitaly, nel Palazzo della Gran Guardia, prospiciente l’arena, domenica 6 e lunedì 7 aprile, dalle 17 alle 23.
“Sarà anche l’occasione per presentare al grande pubblico di Vinitaly la nostra nuova manifestazione: Ingrediente Parma, in programma sabato 12 e domenica 13 aprile nel centro storico di Parma. – spiega Maurizio Dodi, presidente del Consorzio Vini dei Colli di Parma.
Forse il vino è il prodotto meno conosciuto della food valley, ma non per questo meno importante.“Noi abbiamo ereditato questi vigneti, che producono una serie di vini ideali per i cibi parmigiani: vini puliti, di pronta beva, pensati dai nostri viticoltori in funzione dei sapori e delle sapidità dei salumi e dei formaggi del territorio. Non è cosa da poco, anzi: è un esempio antico di perfetto equilibrio gastronomico” sostiene Dodi.Da Vinitaly a Parma quindi, per partecipare a Ingrediente Parma, un evento voluto dal Comune di Parma per riaffermare la centralità di questa capitale della cultura enogastronomica italiana e patria di grandi  eccellenze, famose in tutto il mondo, come ha ricordato Massimo Spigaroli, chef stellato e autentico testimonial di territorio: “Qui, tra il Settecento e l’Ottocento sono arrivati chef francesi e pasticceri viennesi, con il loro immenso bagaglio di conoscenza e tecnica, e si sono contaminati con i prodotti, già nobili, di queste terre. Ne è nata una cucina che si è diffusa nel modo, in menu che declinavano le ricette ‘alla parmigiana’. Ora si tratta di non disperdere questo valore”.

Ingrediente Parma è un evento aperto al pubblico che vuole portare nelle piazze della città emiliana i popolari quanto prestigiosi prodotti parmensi con la possibilità di assaggiarli in tutta la loro tradizionalità ma anche in modo più creativo.A rappresentare il territorio ci saranno gli chef Davide Censi del ristorante Antichi Sapori, Franco Madama del ristorante Inkiostro, Massimo Spigaroli del ristorante Al Cavallino Bianco, Rossetti del ristorante Al Tramezzo e Augusto Farinotti del ristorante La Brace di Maiatico. Parma ospiterà anche gli Chef stellati dell’associazione Chic; Marco Sacco del ristorante Piccolo Lago di Verbania, Andrea Ribaldone, Fabio Barbaglini e Accursio Craparo.

In concomitanza verrà inaugurata al Palazzo del Governatore la mostra Il Cibo Immaginario, 1950-1970 pubblicità e immagini dell’Italia a tavola. Circa 400 immagini che rendono fruibile un percorso iconografico che ha segnato il passaggio dall’Italia rurale alla modernità, anche gastronomica.

Luigi Franchi

Ingrediente Parma è organizzata dal Consorzio Tutela Vini dei Colli di Parma, con la collaborazione di ALMA (La Scuola Internazionale di Cucina Italiana), Academia Barilla, Barilla Center, Consorzio del Prosciutto di Parma, Consorzio del Culatello di Zibello, Consorzio del Parmigiano Reggiano, Associazione Italiana Sommelier Parma, con il contributo di Vetreria Fiorenza e Cavazzini Spa, su iniziativa e patrocinio del Comune di Parma e del Consorzio GeCC (Gestione Centro Città Parma).

Per il programma: www.comune.parma.it

image_pdfimage_print