Aperte le iscrizioni per “Bere il territorio”

Consenso europeo per il Consorzio a tutela del tonno rosso
13 dicembre 2011
La bottiglia di vetro assicura la qualità del vino
13 dicembre 2011
image_pdfimage_print

bere-territorio-xi-edizioneIl concorso letterario “Bere il territorio”, organizzato da Go Wine, è arrivato alla sua undicesima edizione, confermando le sue capacità di far dialogare le generazioni su un tema comune, e di indirizzare la fantasia dei giovani su un argomento di rilevanza economica e culturale.
Da qualche anno Bere il territorio è aperto anche agli over 30, che avranno così la possibilità di raccontare un vino, una storia esemplare, o le vicende di una terra da cui il vino prende corpo. L’anno scorso il primo premio è andato a Davide Potente, di Molfetta (Bari), per il racconto “Mezzopieno”, e ad Alessandro Marchi, di Bologna, con il testo “Dovere”.
Sono state mantenute le due sezioni dedicate agli studenti: la prima, riservata agli iscritti degli istituti alberghieri e degli istituti agrari italiani, invita i concorrenti a trasformarsi in giornalisti, al fine di intervistare un produttore di vino sulle tematiche legate ai vini autoctoni; nell’altra sezione, gli studenti degli Istituti secondari della provincia di Cuneo sono invitati a redigere un tema dal titolo “Il territorio: un valore o uno slogan?”.
Come spesso accade per i concorsi letterari, dato l’altissimo numero di partecipanti e la necessità di pubblicare più di un autore, il numero di battute è ridotto, da 3.600 a 9.000, spazi inclusi. I testi dovranno essere inviati entro il 10 febbraio 2012 all’indirizzo postale di Go Wine, in Alba (12051, via Vida 6).
La premiazione, prevista per sabato 10 marzo 2012, consiste in 800 euro ciascuno per i due vincitori della sezione generale; 600 euro per il premio speciale riservato agli Istituti Agrari e Alberghieri; 600 euro a ciascuno dei due vincitori della sezione riservata agli Istituti secondari delle Provincia di Cuneo.

Per saperne di più: http://www.gowinet.org/

image_pdfimage_print