King of Catering Award elegge i vincitori

vendite-agrumi-ortaggi
Dati Istat vedono crescere le vendite di agrumi e ortaggi
22 marzo 2011
Brie ed Emmental i francesi più amati dagli italiani
22 marzo 2011
vincitori-king-of-catering
image_pdfimage_print

vincitori-king-of-cateringDal 12 marzo scorso il mondo del catering e banqueting ha un nuovo modello di riferimento: è il Ristorante Da Vittorio di Brusaporto (Bergamo), premiato con il premio platino al termine della prima edizione del concorso King of Catering Award.
Il premio è stato assegnato presso l’area Alcatraz del Salone del Gusto Taste da Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine, Angelo Sajeva, presidente e AD di Mondadori pubblicità, Davide Paolini, ideatore di Taste, Riccardo Cioni, amministratore unico de La Buccia e coordinatore generale di King of Catering, Gianluca Bisol, direttore generale dell’azienda omonima.
A sancire la vittoria del ristorante bergamasco è stata una giuria composita dai grandi nomi dell’enogastronomia, del giornalismo e dell’imprenditoria: oltre ai sopraddetti, nel lavoro di valutazione della buona cucina e della qualità del servizio si sono affiancati anche i critici enogastronomici Fiammetta Fadda e Leonardo Romanelli, Agostino Poletto, direttore marketing di Pitti Immagine, Andrea Cecchi, di Cantine Cecchi, Patrizio Cipollini, di G.M. Four Seasons (Firenze), dove la giuria si è riunita il giorno precedente per il verdetto finale, e Paola Budel, chef del ristorante Venissa (Isola di Mazzorbo Burano, Venezia).
Assieme al vincitore, sul podio sono arrivati anche il premio d’oro per l’Area Kitchen di Milano, l’argento per il Galateo Catering di Firenze e il bronzo per il ristorante Tonino di Cortona (Arezzo).
Nella stessa giornata sono stati premiati anche i vincitori delle varie categorie in gara: Santi Catering, di Castello di Godego (Treviso), ha conquistato il podio nelle categorie King Style e King of  Tradition & Innovation. I fiorentini Lo Scalco e Bachini&Bellini hanno invece condiviso il premio posto per King of Impossible.
Vittoria a due anche per King of Mise en place, vinto da Galateo Catering di Firenze e Enoteca La Torre di Viterbo, e per King of Menu, vinto da Tondini di Albusciago di Sumirago (Varese) e Visconti di Milano. L’unico King of Service, invece, è La Piccola Officina di Conegliano Laudense (Lodi).

Per saperne di più: www.kingofcateringaward.com

image_pdfimage_print