Alla Latteria Perenzin il secondo Corso dell’Accademia Internazionale dell’Arte Casearia

La Scuola di Cucina Dolce&Salato di Maddaloni con Pasta Leonessa
5 ottobre 2012
Gruppo Bracca sostiene BergamoScienza con 2 milioni di etichette speciali
5 ottobre 2012
image_pdfimage_print

formaggio-millefoglie-marzeminoDal latte alla produzione dei formaggi limitando il più possibile l’utilizzo di macchinari industriali. Con questo obiettivo da lunedì 22 a sabato 27 ottobre parte il secondo corso, di 50 ore, dell’Accademia Internazionale dell’Arte Casearia, con sede a Bagnolo di San Pietro di Feletto, sulla strada del Prosecco, presso la sede della storica Latteria Perenzin.

Della durata di 50 ore, il corso si propone di conservare e tramandare la sapiente maestria degli artigiani caseari e di rilanciare un mestiere che si perde nella notte dei tempi: produrre formaggio, attraverso momenti pratici, teorici, degustazioni e visite di studio.

Tradizione e business alla base del corso, infatti si prevedono lezioni di marketing finalizzate a imparare a gestire al meglio una piccola azienda, a fare impresa in proprio, il tutto per dare vita a nuove latterie ed imprenditorialità nel settore caseario d’eccellenza.

Latteria Perenzin sarà inoltre presente assieme a Lazzaris di Conegliano, produttore di mostarde, con uno stand sabato 13 e domenica 14 ottobre a Sacile (Pn) alla fiera Degusta.

Durante la quale saranno in degustazione alcuni dei formaggi più rappresentativi della Latteria, come il San Pietro in cera d’api, formaggio stagionato a pasta compatta, con crosta trattata in superficie con cera d’api naturale e il Millefoglie al Marzemino, versione moderna del formaggio ubriaco, che grazie al particolare procedimento fa sì che nella pasta si formino delle “sfoglie” per permettere al vino di entrare meglio.
Anche la produzione a base di latte di capra sarà  protagonista con il formaggio al Traminer, a pasta semidura e la caciottona al fieno, alle foglie di noce e al pepe.

www.perenzin.com

image_pdfimage_print