Le Strade della Mozzarella

Mannoia e Khaled per il Concerto della Terra
21 aprile 2013
Uso e abuso di alcool
22 aprile 2013
image_pdfimage_print

Mai come per questa edizione delle Strade della Mozzarella ci sentiamo in obbligo di sostenerne la divulgazione.
Il motivo? Il rischio che questa straordinario prodotto italiano, la Mozzarella di Bufala Campana DOP, non si produca più per colpa di una legge scriteriata che impone, dal 1° luglio, a produrre la DOP in stabilimenti appositi staccati e distinti da quelli tradizionali delle aziende. E’ evidente l’impossibilità per tante aziende di costruire altri spazi soprattutto in periodo di stretta del credito.

Ecco dunque che anche un evento di grande qualità come Le Strade della Mozzarella, in programma a Paestum dal 6 all’8 maggio, diventa occasione per sensibilizzare tante persone e i migliori chef italiani attorno all’argomento.

“Sin dalla prima edizione del 2005 – spiega Albert Sapere, insieme a Barbara Guerra ideatore dell’iniziativa – abbiamo cercato di approfondire il concetto di fare rete, di creare cioè una sinergia dove tutte le parti in causa lavorano a un obbiettivo comune che è quello di favorire quanto più possibile l’agricoltura di qualità, facendone il biglietto da visita dei vari territori. Essere riusciti a ottenere certi risultati nel nostro sud, troppo spesso incapace di sviluppare le proprie enormi potenzialità, è per noi motivo di orgoglio”.

Strade della Mozzarella è riuscita, in pochissimo tempo, al pari della Festa di Vico ideata da Gennaro Esposito, a diventare uno degli appuntamenti a maggior densità di grandi chef  tra quelli che si svolgono in Italia. Non a caso è proprio Gennaro Esposito uno dei testimonial e maggior sostenitore dell’evento: “Sono campano, la mozzarella in qualche modo appartiene al mio dna – racconta lo chef di Vico Equense – Ma aldilà di questo mi piace l’idea di una manifestazione che fa della nostra regione, per tre giorni, l’ombelico del mondo enogastronomico italiano”.

E allora largo a Massimo Bottura, Niko Romito, Vittorio Fusari, Marianna Vitale e altri 55 chef e pizzaioli che, per tre giorni, raccontano e dimostrano, con i loro piatti, un’idea di cucina italiana che sta conquistando il mondo intero, grazie appunto a prodotti straordinari come la Mozzarella di Bufala Campana DOP:

Ma spazio anche ai food blogger a cui, grazie al Pastificio Leonessa, viene dedicato un contest su pasta e mozzarella: “Abbiamo aderito con piacere alla convention che rappresenta in modo positivo e costruttivo le bontà del territorio campano – spiega Oscar Leonessa, amministratore del Pastificio Artigianale Napoletano – Pasta e Mozzarella sono due ingredienti fondamentali della Dieta Mediterranea, di cui ci sentiamo da sempre ambasciatori, da qui dunque l’idea di accompagnare gli appuntamenti di Strade della Mozzarella con gli chef, ricercando un confronto costante, che è per noi motivo di continua crescita, ed in tal senso supportare anche un contest per i food blogger, quindi appassionati del buon cibo, sempre in cerca di informazioni e sapori da raccontare e trasferire ai loro lettori”.

E’ un appuntamento immancabile!

 

Luigi Franchi

image_pdfimage_print