Marco Acquaroli ha vinto la selezione italiana del Bocuse d’Or

Eat Market a Lambrate
2 febbraio 2016
Quando non ci sono (e non si vogliono) differenze di genere
3 febbraio 2016
image_pdfimage_print

Fatta eccezione per la romagnola Debora Fantini, i finalisti della selezione italiana del Bocuse d’Or erano tutti uomini: Marco Acquaroli, Lorenzo Alessio, Andrea Alfieri, Riccardo Bassetti, Francesco Gotti, Daniele Lippi, Giovanni Lorusso, Michelangelo Mammoliti, Leonardo Marongiu, Stefano Paganini e Giuseppe Raciti.
Dodici cuochi che si sono sfidati per due giorni ad Alba (CN) per aggiundicarsi la partecipazione alla selezione europea del prestigioso premio a Budapest, con la segreta speranza di andare poi alla finale a Lione, nel gennaio 2017.

marco-acquaroliA vincere è stato Marco Acquaroli, chef del Four Seasons Des Bergues di Ginevra. La sua età ruota intorno ai trent’anni e Marco Acquaroli ha convinto la giuria – composta da 30 tra i migliori cuochi italiani: Enrico Crippa (presidente), Davide Oldani, Gianfranco Vissani, Gennaro Esposito,  Luisa Valazza, Matteo Baronetto per citarne alcuni – con le due ricette a base di carne e di pesce, con due ingredienti base, il cervo e lo storione con il caviale come prescritto dal rigoroso regolamento,  voluto dall’ideatore del premio: Paul Bocuse.  Gli altri premi assegnati sono andati a Debora Fantini, per il miglior piatto di pesce, e a Francesco Gotti, per il miglior piatto di carne.

Luigi Franchi
luigifranchi@salaecucina.it

image_pdfimage_print