Massimo Bottura a Londra con il Parmigiano Reggiano

Il Consorzio Piacenza Alimentare alla conquista di Usa e Asia
2 luglio 2015
Leni’s, la mela fa tendenza
3 luglio 2015
www.ristorazionecatering.it
image_pdfimage_print

Un’Osteria Francescana a Londra, ma solo per tre giorni. Massimo Bottura ha portato un assaggio temporaneo della sua arte culinaria da Sotheby’s per una degustazione di alcuni dei suoi piatti più famosi.
Protagonista dell’avvenimento insieme allo chef stellato, il Parmigiano Reggiano che, dopo le vetrine di Harrod’s dove aveva esposto lo scorso mese di marzo, ha scelto stavolta la prestigiosa casa d’aste per mostrare ai londinesi i suoi tesori.
Londra non è una meta scelta a caso; infatti, il Paese anglosassone vale 5.000 tonnellate di export e si colloca al quarto posto nella graduatoria mondiale delle esportazioni di Parmigiano Reggiano.
Ambasciatore del “re dei formaggi” in tutto il mondo, Massimo Bottura è simbolo di quella collaborazione che in modo sempre più stretto lega la Dop all’alta cucina, con il moltiplicarsi di richieste di collaborazione al Consorzio da parte dei grandi chef di tutto il mondo sia nella loro quotidiana attività che, a maggior ragione, in occasione di grandi eventi come quello londinese.
Del resto la collaborazione di Bottura con il Consorzio del Parmigiano Reggiano è ormai di lunga data; il suo famoso risotto “cacio e pepe” fu, infatti, creato dallo chef all’indomani del terremoto che devastò l’Emilia Romagna nel 2012 e si rinnova periodicamente in occasione di avvenimenti eclatanti come questa straordinaria proposta in puro stile Osteria Francescana, per la gioia dei gourmet londinesi.

 Marina Caccialanza  

 

image_pdfimage_print