MasterChef, che lo spettacolo abbia inizio

Il primo temporary shop per scoprire le miscele Mokador
17 dicembre 2013
www.ristorazionecatering.it
Il risotto alla milanese con ossobuco in gremolada
18 dicembre 2013
www.ristorazionecatering.it
image_pdfimage_print

Ma quando inizia la nuova stagione di MasterChef? Se ve lo state chiedendo da un po’, potete mettervi l’animo in pace: manca pochissimo, questione di giorni, anzi di ore. Giovedi 19 dicembre, ore 21.10, come sempre su Sky.

E allora tutti pronti, mestolo alla mano, parannanza ben allacciata, per partecipare, almeno virtualmente, al talent show culinario più popolare della televisione. Perché dei talent pare che gli italiani non possano fare a meno, siano essi canori, bizzarri o, appunto, culinari. Del resto ci vantiamo della nostra cucina in tutto il mondo e a buon diritto; saremo tutti un po’ cuochi nell’animo? Certamente. E il successo dei programmi gastronomici, di ogni format e valore, lo dimostra.

MasterChef ha qualcosa in più: è riuscito a galvanizzare l’attenzione del pubblico e a coinvolgerlo in prima persona. Sarà merito della formula di gara che stimola la competitività nascosta in ognuno di noi facendoci trepidare sulle ansie dei concorrenti, o dell’atmosfera di sogno che aleggia nell’aria (chi non ha mai desiderato almeno una volta di cambiare vita dandovi una svolta drastica?) oppure del glamour suscitato dalla presenza dei tre giudici dalla personalità e fama dirompenti. Fatto sta che ormai anche la proverbiale casalinga di Voghera prepara la cena fantasticando sulla barba da simpatico mascalzone di Carlo Cracco, fa la spesa come se dovesse comporre una Mistery Box sotto l’occhio indagatore di Bruno Barbieri (le materie prime sono fondamentali) e nel presentare il piatto in tavola si aspetta che qualcuno le urli all’orecchio come Joe Bastianich “…io muoro!”.

Non sarà che al successo della trasmissione abbia contribuito la divertente parodia del bravissimo Maurizio Crozza? In fondo il successo di un personaggio si valuta anche dall’eco spettacolar satirica che ne deriva. Delusi quei vip che non sono stati imitati almeno una volta.

Nessuna indiscrezione sulle nuove puntate, su chi saranno i nuovi fortunati concorrenti. La folla accorsa alle recenti tappe di “MasterChef per un giorno” a Bari, Milano e Roma è la prova che l’attesa è logorante e la curiosità al culmine.

Non resta che accomodarsi sul divano, sintonizzarsi e nascondere il telecomando (non sia mai che qualcuno cambi canale): MasterChef Italia sta per cominciare.

Marina Caccialanza

image_pdfimage_print