Un Natale (Extra)Ordinario con Roberto Abbadati

Sempre più aziende e consumatori vogliono la sostenibilità
14 dicembre 2011
E’ online il nuovo sito di Bonollo
15 dicembre 2011
image_pdfimage_print

roberto-abbadati-corso-pranzo-natale“In tempo di crisi, si potrà anche ridimensionare il volume e la preziosità dei regali, ma certamente non la sacralità della cena della vigilia o, tantomeno, il pranzo di Natale”.
È questa l’opinione di Roberto Abbadati, chef, docente e consulente sia nel campo della ristorazione, sia per realtà commerciali, autore di libri e di corsi di cucina professionali.
Per raccogliere idee e allenare i palati, mercoledì 21 Dicembre, Roberto Abbadati terrà un corso di cucina natalizia presso lo show room di KIT-ZEN a Raffa di Puegnago del Garda (Bs), a partire dalle ore 19:30

Ecco i piatti natalizi che Roberto Abbadati proporrà:
• Zucca e suo fiore farcito alle mandorle e amaretti, con scampi e loro sugo al cacao
• Classico risotto allo zafferano con fegatini e castagne allo sherry, gremolata di verdure al limone e salvia
• Baccalà in umido con salsiccia al finocchietto
• Cubi di pandoro caldo e croccante serviti con cacao al Grand Marnier, gelato alla crema e salsa di cioccolato fondente

Durata: circa 3 ore
Costo: 60 euro.
Sconto speciale 5 € per prenotazioni anticipate (fino ad una settimana prima)
Massimo 22 partecipanti
Per informazioni ed iscrizioni, chiamare lo 0365-020003 oppure scrivere ad Attilio Feder attilio@kit-zen.it

Chi è Roberto Abbadati
Giovane ed emergente chef bresciano che, subito dopo gli studi, ha intrapreso un’intensissima attività professionale sia italiana che straniera (tra cui Stati Uniti e Arabia Saudita), arrivando ad elaborare una sua personale concezione della cucina, nella quale entrano, oltre a rivisitazioni creative della cucina mediterranea, anche interessanti spunti multietnici. Si autodefinisce uno “chef di cucina indipendente” e la sua prerogativa è spaziare dal privato alla grande azienda, dalla scuola di cucina al progetto culturale.
È autore di “Taste”, un interessante testo di cucina, nonché esponente di una “cultura” del cibo che spazia oltre schemi e impostazione classiche, per andare a “curiosare” e a cogliere in altre realtà gusti, profumi e abbinamenti interessanti e concretamente realizzabili. È docente presso la scuola di cucina Cast Alimenti.

image_pdfimage_print