Ancora pochi giorni per partecipare a Nebbiolo Prima

Agugiaro&Figna fornitori ufficiali del Centro Davigel
10 maggio 2011
Polemiche all’evento Fipe sul codice del Turismo
10 maggio 2011
image_pdfimage_print

nebbiolo-primaAd Alba (CN), presso il Palazzo Mostre e Congressi, è di scena “Nebbiolo Prima”, in programma dall’8 al 13 maggio.
Si tratta dell’anteprima internazionale di Barolo, Barbaresco e Roero il più importante evento dedicato al vitigno Nebbiolo riservato alla stampa specializzata e ai buyer del settore.


Più di 150 aziende albesi e più di 200 Barolo, 80 Barbaresco, 30 Roero e 50 riserve sono proposti in degustazioni alla cieca secondo un preciso programma giornaliero, che prevede tra l’altro educational, tour dei vigneti, visite alle cantine, verticali e degustazioni di approfondimento.
Per finire con relatori specializzati, sommelier professionisti, cene e momenti conviviali con i produttori che completano la ricca offerta di NebbioloPrima.


In questa edizione 2011 di Nebbiolo Prima l’associazione Albeisa, ideatrice dell’evento, ha allargato l’invito anche un ristretto e selezionato numero di operatori del settore provenienti dai 5 continenti: enoteche, restaurant managers, rivenditori F&B, sommeliers e responsabili acquisti di gruppi del settore HO.RE.CA.
Protagonisti di Nebbiolo Prima saranno 181 aziende e 304 vini delle nuove annate Barolo 2007 e Riserva 2005, Barbaresco 2008 e Riserva 2006, Roero 2008 e Riserva 2007, suddivisi in cinque giornate di degustazione.  I numeri delle denominazioni simbolo delle Langhe si confermano di tutto rispetto, come illustrato da Pietro Ratti, presidente del Consorzio di Tutela, che ha evidenziato anche il trend positivo avuto nell’ultimo trimestre dalle denominazioni Barolo e Barbaresco. Il Barolo con la vendemmia 2010, ha toccato i 12.147.000 bottiglie ( + 9%) e per il Roero ( +5% ) mentre vi è una leggera flessione per il Barbaresco ( – 2%). Complessivamente, sono 10.800.666 le bottiglie del Barolo 2007, 4.417.066 quelle del Barbaresco 2008 e 695.00 quelle del Roero 2008.  Numeri positivi anche per il trend delle vendite, che per il Barolo hanno visto nell’ultimo trimestre un incremento del 35% rispetto alla media. Se questo si manterrà, le scorte saranno esaurite entro fine anno.
Dopo l’anteprima di Nebbiolo Prima, le nuove annate prenderanno la via dei cinque continenti. Primo mercato di export per il Barolo sono gli USA (15%), seguiti dal Regno Unito (14%) e dalla Germania (12%). Per il Barbaresco gli Usa pesano ben il 28% seguiti da Svizzera (8%)  e Germania (6%). Infine il Roero per il 67% rimane in Italia e primo mercato estero è la Svizzera con il 14% seguito a molta distanza dalla Germania con il 9%. Il mercato nazionale rappresenta, invece, rispettivamente, il 33% per il Barolo, il 45% per il Barbaresco e il 67% per il Roero.  ( fonte dati Consorzio Tutela Barolo, Barbaresco, Alba, Langhe e Roero).
Un successo internazionale reso possibile anche grazie a eventi come Nebbiolo Prima.

image_pdfimage_print