Con il Museo della Pasta si racconta una storia tutta italiana
16 maggio 2014
Bollicine emiliane per Zoe Saldana, l’attrice di Avatar
17 maggio 2014
image_pdfimage_print

Oggi, sabato 17 maggio, in 300 piazze italiane si festeggia il quarto Slow Food Day! Da nord a sud, il simbolo della giornata sarà una piantina che verrà regalata come primo passo per iniziare il proprio nuovo orto, in giardino ma anche sul balcone di casa! Un’idea semplice ma di grande efficacia: il tema della festa è infatti l’agricoltura familiare, a cui la FAO ha dedicato il suo Anno Internazionale, valorizzandone il suo ruolo di strumento fondamentale per sconfiggere la malnutrizione, salvaguardare i prodotti locali, favorire una dieta bilanciata e sana.

Per Gaetano Pascale, neo presidente di Slow Food Italia, su questi temi “da sempre siamo in prima linea sia in Italia che all’estero. Pensiamo ai Presìdi, alla rete dei Mercati della Terra e alle comunità del cibo, in cui entrare direttamente in contatto con i produttori e chi davvero vive la terra ogni giorno”. Il problema è e resta il libero accesso alla terra: se l’agricoltura familiare coinvolge 500 milioni di famiglie nel mondo e rappresenta l’80% delle attività agricole, contribuendo alla produzione di oltre 50% del cibo, “servono quindi una politica ambientale e agricola efficienti a livello europeo, che ridistribuiscano i fondi in modo equo e contribuiscano a migliorare gli strumenti a disposizione dei piccoli agricoltori” aggiunge Pascale.

Graziano da Silva, direttore generale della FAO, sottolinea come “l’agricoltura familiare é ciò che più si avvicina al paradigma della produzione alimentare sostenibile, conferendo un ruolo centrale alla sostenibilità ambientale e alla conservazione della biodiversità”.

Scopriamo la piazza più vicina a noi su www.slowfood.it.

Alessandra Locatelli

image_pdfimage_print