Parmigiano Reggiano Identity

Concorso San Carlo Crea il tuo gusto
3 febbraio 2016
Proclamati i vincitori del Concorso InAlto by Bormioli Rocco
7 febbraio 2016
image_pdfimage_print

L’appuntamento di lunedì 22 febbraio per conoscere le diverse tipologie e stagionature del re dei formaggi

“ Il vissuto del Parmigiano Reggiano, in questi ultimi anni, è profondamente cambiato ed è venuto il momento di raccontarlo. – spiega Riccardo Deserti, direttore del consorzio omonimo  – Nasce da questa considerazione la prima edizione di Parmigiano Reggiano Identity. Un evento che intende offrire a chef ,operatori della ristorazione e della gastronomia la possibilità di scegliere in modo consapevole il Parmigiano Reggiano più adatto alle loro esigenze”.
Ed è proprio così, oltre alle differenti stagionature che possono variare dai 18 ai classici 24 mesi, fino a stagionature che lo rendono formaggio da meditazione (72 mesi e oltre), il Parmigiano Reggiano oggi si presenta sul mercato anche in diverse tipologie: di Montagna, di Vacche Bianche, di Vacche Rosse, di Vacche Brune, biologico, kosher. Dietro ad ognuno di questi c’è il caseificio, con la sua storia e le sue persone che conferiscono ulteriore particolarità. Ad ognuna di queste corrispondono aromi, profumi, abbinamenti e utilizzi in cucina differenti uno dall’altro.
Non cambiano, ovviamente, le forti identità: il legame con la zona geografica di produzione, la struttura della pasta, granulosa e con frattura a scaglia, l’alimentazione delle vacche basata su foraggi della zona geografica delimitata e, infine, le materie prime – latte vaccino, caglio di vitello, sale – che ne fanno un prodotto totalmente naturale.
Le differenze però acquistano importanza nel momento in cui cambiano anche le tecniche alimentari e le tendenze alla ricerca di specifiche materie prime per ricettazioni sempre più orientate al benessere e alla creatività.
L’obiettivo della Parmigiano Reggiano Identity sta proprio qui: creare un rapporto commerciale diretto con il caseificio produttore per favorire la selezione delle forme più indicate per ogni chef, gastronomo o distributore.

MILANO, 23/4/2015. HOTEL FOUR SEASONS. PREMIO GIORNALISTICO E' GIORNALISMO. NELLA FOTO EDOARDO RASPELLI E FRANZ BOTRE'. PHOTO CANIO ROMANIELLO / OLYCOM

Dove si svolge Parmigiano Reggiano Identity
Per l’intera giornata di lunedì 22 febbraio 2016, a partire dalle ore 11, presso il Labirinto della Masone di F.M.Ricci, a pochi chilometri da Fontanellato (PR), 28 caseifici produttori metteranno in degustazione, in banchi d’assaggio individuali, le loro forme di Parmigiano Reggiano, nelle diverse stagionature e tipologie.
Il pubblico sarà composto in prevalenza da chef, ristoratori, enotecari, pizzaioli, titolari di gastronomie, distributori che potranno assaggiare e approfondire il rapporto diretto con i produttori.
“Siamo convinti che il mondo della ristorazione può fare molto per dare valore al Parmigiano Reggiano. – afferma Riccardo Deserti – Ne sono un esempio il nostro rapporto consolidato con CheftoChef emiliaromagnacuochi e con gli chef tedeschi dell’associazione Jeunes Restaurateurs d’Europe, ma anche l’iniziativa PR Night che cresce anno dopo anno. Altrettanto vogliamo guardare al futuro ed è per questo che poniamo un’attenzione particolare al rapporto con le scuole alberghiere a cui abbiamo esteso l’invito”.
Il programma della giornata prevede l’apertura dei banchi d’assaggio dalle 11 alle 17; una visita guidata al Labirinto della Masone (il più grande d’Europa, con i suoi tre chilometri di dedalo tra il bambù); alle 14,00 un workshop di approfondimento su ‘Come scegliere, proporre e raccontare il Parmigiano Reggiano alla clientela; alle 16,30 la presentazione di ‘Gamma Mito’, la nuova linea di prodotti freschi ottenuti dalla lavorazione del latte del Parmigiano Reggiano e le loro possibilità gastronomiche.
L’ingresso è gratuito ed è sufficiente registrarsi sul sito www.pridentity.parmigianoreggiano.it

Luigi Franchi

image_pdfimage_print