Premio Speciale Artusi a Paul Bocuse

La Dolomitica: in alta quota il picnic è stellato
1 agosto 2016
Gourmeet a Napoli: Incontri di sapori
1 agosto 2016
image_pdfimage_print

Mentre esce in libreria per la prima volta il manuale dell’Artusi in lingua francese: “La Science en cuisine et l’art de bien manger”, a cura della Casa editrice Actes Sud, a Forlimpopoli, città natale dell’illuminato gastronomo Pellegrino Artusi, ricorre il ventennale della Festa Artusiana, e il Comitato Scientifico di Casa Artusi, decide di assegnare lo speciale Premio Artusi al famoso chef Paul Bocuse, riferimento assoluto della cucina francese, tra i più grandi chef del XX secolo. Questa la motivazione: “Il Premio Artusi 2016 a Paul Bocuse, ovvero al monumento della cucina francese che con una lunga e prestigiosa carriera, è diventato punto di riferimento imprescindibile per la cucina francese e mondiale”. L’Auberge du Pont de Collognes a Lione, locanda del padre Georges, che Bocuse trasformò dopo l’apprendistato a Parigi, è considerato il tempio della cucina francese con 3 Stelle Michelin dal 1965, unico ristorante al mondo ad aver mantenuto le tre stelle per 50 anni di seguito. Il pluripremiato fondatore della nouvelle cuisine, Cavaliere della Legion d’Oro al Palazzo dell’Eliseo, e Chef du siégle nel 1989 secondo la prestigiosa Gault et Millau, oltre all’Auberge, e alla brasserie l’Argenson, gestisce due ristoranti (l’Est e Le Sud), una rotisserie (Le Nord), una brasserie (l’Ouest), due brasserie in Giappone e un ristorante all’interno del Walt Disney World Resort di Orlando, Florida. Nel 2016, il prestigioso riconoscimento attribuito ogni anno a un personaggio che si sia distinto per l’originale contributo sui rapporti fra uomo e cibo, e a uno chef di fama internazionale, verrà assegnato al fondatore di Slow Food, Carlo Petrini, a Forlimpopoli sabato 29 ottobre, e a Paul Bocuse, a Lione sabato 5 novembre, aggiungendo due illustri personaggi all’albo d’oro del Premio Artusi, che annovera grandi nomi della cultura e famosi chef stellati tra cui gli chef Juan Mari Arzak (Spagna), Gualtiero Marchesi (Italia), Jacques Chibois (Francia ), Alice Waters (USA), Renato Gualandi (Italia), Eckart Witzigmann (Germania ), Fabio Picchi (Italia ), Unione ristoranti del buon ricordo (Italia), Pietro Leemann (Italia ), Moshe Basson (Israele), Gino Angelini (Italia).
Luca Bonacini

image_pdfimage_print