Al via la terza edizione di “Gusto in scena”

Siquria a tutela delle aziende venete
16 aprile 2012
Freschezza che dura grazie a Cuki VerdeFresco
16 aprile 2012
image_pdfimage_print

gusto-in-scenaVenezia, non solo città d’arte e capitale del cinema, ma anche teatro della terza edizione di “Gusto in scena”, una kermesse gastronomica che è cominciata ieri 15 aprile presso la Scuola Grande di San Giovanni Evangelista e si concluderà il 17. Ideata e curata da Marcello Coronini, la manifestazione è realizzata in collaborazione con Regione Veneto, Apt di Venezia e provincia, Provincia di Venezia, le associazioni di categoria che riuniscono albergatori e ristoratori veneziani, mentre partner dell’evento, oltre al Comune di Venezia,  il Consorzio Parmigiano Reggiano, Acqua Surgiva, Koppert Cress, il Limoncello di Capri.
Gusto in scena 2012 riconferma il format di successo “Tre eventi in uno”: Chef in Concerto , Il congresso di alta cucina e i Magnifici Vini di Mare Montagna, Pianura e Collina e Seduzioni di Gola, dedicato alle eccellenze gastronomiche, e affianca un inedito “Fuori di Gusto”, un fuori salone che coinvolge non solo una selezione di luoghi del mangiare bene a Venezia, ma anche di ristoranti stellati e bacari del Veneto, che ogni sera proporranno la loro cucina con menù dedicati e che realizzeranno anche cene a quattro mani presso alcuni grandi alberghi.
Durante l’inaugurazione Marcello Coronini ha lanciato il prossimo obiettivo: rendere l’evento di respiro mondiale.  “Sin dalla prima edizione, nel 2008, abbiamo scelto Venezia  come sede perchè rappresenta l’Italia nel mondo con la sua storia, la sua arte e la sua bellezza. Oltre che essere una vetrina mondiale, offre però  anche prodotti autentici tutti da scoprire, che saranno protagonisti di Fuori di Gusto, cene realizzate in una selezione di locali, dal ristorante dell’albergo a  5* al tipico bacaro”.
Tra le curiosità, si segnala la cantina palestinese Di Cremisan, nata dalla volontà dei Padri Salesiani di Betlemme di riqualificare uno dei più antichi insediamenti agricolo‐artigianali della Palestina e che produce vino con lo scopo di dare lavoro ai giovani del territorio. Altra sorpresa tra le eccellenze che saranno presenti alla manifestazione, è il vino spumante prodotto con sciroppo d’acero, creazione dell’enologo della cantina canadese Tenute Santarelli.
Nella prima giornata, ad intervenire in concerto sul palco degli Chef, sono stati Nicola Portinari (Ristorante La Peca), Riccardo De Prà (Dolada), Fabio Pisani e Alessandro Negrini (Il luogo di Aimo e Nadia), Fabio Baldassare (Ristorante Unico) e Ernest Knam (Pasticceria l’Antica).

image_pdfimage_print