Una golosa intelligenza. Quella di Identità Milano.

MANGIA COME SCRIVI. Rassegna gastro-letteraria-artistica
7 gennaio 2014
St. Moritz Gourmet Festival, dal 27 al 31 Gennaio 2014
8 gennaio 2014
image_pdfimage_print

Da Pino Cuttaia a Oscar Farinetti. In mezzo, tre giorni e oltre settanta professionisti della ristorazione italiana e internazionale, celebreranno il tema della decima edizione di Identità Golose Milano: Una golosa intelligenza. Non di capacità manageriali o di intuizioni furbette, qui il concetto di intelligenza raccoglie e racconta “lo chef contemporaneo, che deve essere intelligente nel coniugare sapori, costi, gusti e piacere fisico del cliente perché dovrebbe ormai essere chiaro che un pasto non termina con l’ultimo boccone, ma con la digestione”, come spiega Paolo Marchi, creatore e curatore del Congresso.

Dal 9 all’11 febbraio al MiCo – Milano Congressi di via Gattamelata, spazio dunque a Identità Naturali, Identità di Sala, di Pasta, di Pane e Pizza, di Acqua e di Birra, al Dossier Dessert, a Identità Libri e al paese ospite, la Thailandia.

Il programma è più che ricco ed è consultabile qui  e qui.

Ecco i protagonisti che hanno confermato la loro partecipazione: Pino Cuttaia (La Madia a Licata – Agrigento), Carlo Cracco (Cracco a Milano), Yoshiaki Takazawa (Takazawa a Tokyo), Enrico Crippa (Piazza Duomo a Alba – Cuneo), Christian e Manuel Costardi (Cinzia – Da Christian e Manuel a Vercelli), Jean-François Piège (Jean-François Piège a Parigi), Quique Dacosta (Quique Dacosta a Dénia – Spagna), Davide Scabin (Combal.Zero a Rivoli – Torino), Simone Salvini (Organic Academy), Renato Bosco (Saporè a San Martino Buon Albergo – Verona), Daniela Cicioni (consulente di cucina vegana), Jeremy Bearman e Kristy Del Coro (Rouge Tomate a New York – Stati Uniti), Lello Ravagnan (Grigoris a Mestre – Venezia), Loretta Fanella (pasticciere consulente), Fabio Pisani e Alessandro Negrini (Il Luogo di Aimo e Nadia a Milano), Angelo Biscotti e Silvio Spinelli (executive chef e ingredient R&D di A’MATI! a Milano), Giuseppe Palmieri (Osteria Francescana a Modena), Jeff Katz e Jeff Porter (Del Posto a New York – Stati Uniti), Alessandro Roscioli (Roscioli a Roma), Marco Mancini (Verdura Golf Spa Resort a Sciacca – Agrigento), Gian Pietro e Giorgio Damini (Damini&Affini a Arzignano – Vicenza), Luca Pardini, Edoardo Grassi e Marco Civitelli (Ceresio 7 – Milano).

Si continua con il neo tristellato Niko Romito (Reale a Castel di Sangro – L’Aquila) e con Heinz Beck (La Pergola del Rome Cavalieri a Roma), Rodrigo Oliveira (Mocotò a San Paolo – Brasile), Massimo Bottura (Osteria Francescana a Modena), Kobe Desramaults (In De Wulf a Heuvelland – Belgio), Gastón Acurio (Astrid y Gastón a Lima – Perù), Massimiliano Alajmo e Raffaele Alajmo (Le Calandre a Rubano – Padova), Jeremy Bearman e Kristy Del Coro (Rouge Tomate a New York – Stati Uniti), Davide Oldani (D’O a Cornaredo – Milano), Corrado Assenza (Caffè Sicilia a Noto – Siracusa), Roberta Pezzella (La Pergola del Rome Cavalieri a Roma) e Federica Racinelli (bakery R&D), Massimo Spigaroli (Antica Corte Pallavicina a Polesine Parmense – Parma) e Paolo Piantoni (El Forner a Brescia), Moreno Cedroni (Madonnina del Pescatore a Senigallia – Ancona), Luciano Monosilio (Pipero al Rex a Roma) e Daniele Usai (Il Tino a Roma), Simone Padoan (I Tigli a San Bonifacio – Verona), Franco Pepe (Pepe in Grani a Caiazzo – Caserta), Beniamino Bilali (pizzaiolo consulente), Ciro Salvo (Massè a Torre Annunziata – Napoli), Roberto e Fiorella Ghisolfi (Pizzeria Lo Spicchio a Cremona), Pina Toscani (Grigoris a Mestre – Venezia), Emanuele Scarello (Agli Amici a Udine), Christian Milone (Trattoria Zappatori a Pinerolo – Torino), Gianluca Fusto (Gianluca Fusto Consulting), Dylan Jones e Duangporn Songvisava (Bo.lan a Bangkok – Thailandia), Henrik Yde (Kiin Kiin a Copenhagen), Chumpol Jangprai (Siam Wisdoms a Bangkok – Thailandia), Thierry Bridron (École du Grand Chocolat Valrhona a Tain-l’Hermitage – Francia), Julien Ochando (Palme d’Or del Grand Hyatt Cannes Hotel Martinez a Cannes – Francia), Giovanni Passerini (Rino a Parigi).

I libri presentati saranno Beyond the Chef di Gianni Rizzotti – Skira Editore, In cucina comando io di Antonino Cannavacciuolo – Mondadori Electa, Grandi Vini d’Italia di Federico Graziani e Marco Pozzali – Gribaudo, Street food d’autore di Beniamino Nespor ed Eugenio Roncoroni – Gribaudo, A qualcuno piace Cracco di Carlo Cracco – Rizzoli, Pret-à-gourmet di Gianluca Biscalchin – Mondadori Electa, Mangiato bene? Le 7 regole per riconoscere la buona cucina di Roberta Schira – Salani, Sono donna e sono chef di Cristina Bowerman – Mondadori Electa, Storie di coraggio di Oscar Farinetti – Mondadori.

 

image_pdfimage_print