Vittorio Fusari e Peppino Tinari insieme, per una cena da non perdere

16 ottobre, Giornata Mondiale dell’Alimentazione
16 ottobre 2016
29 ottobre. Si presenta la guida AIS
17 ottobre 2016
image_pdfimage_print

L’amouse bouche la prepara Vittorio Fusari del Pont de Ferr; i salumi artigianali, proprio i suoi, li porta Peppino Tinari di Villa Maiella. E così via per le otto portate della cena di solidarietà verso le persone colpite dal terremoto di Amatrice, a cui andrà l’intero incasso della serata, che mercoledì 19 ottobre si terrà al Pont de Ferr, il locale di Maida Mercuri, sul naviglio a Milano.

IMG_2155.

Vittorio Fusari

Vittorio Fusari e Peppino Tinari sono amici da lungo tempo, un’amicizia nata da una visione etica della cucina che li accomuna in ogni scelta, a cominciare, racconta lo chef del Pont de Ferr, “dal vedere e vivere vedere la cucina da italiano, questo significa che, prima di cambiare, ci si deve ricordare ed aver rispetto di anni di sapienza. Poi rispettare ogni passaggio: dalla terra al piatto e al suo consumo”.

Peppino-Tinari

Peppino Tinari

Una modalità che li ha spinti a fare la loro parte verso il dramma che ha colpito il centro Italia, con due cene, il cui ricavato sarà interamente devoluto: la prima al Pont de Ferr mercoledì 19 ottobre, la seconda a Villa Maiella a Guardiagrele il 30 novembre.

Il menu della serata al Pont de Ferr lo trovi cliccando qui
La prenotazione, consigliatissima, la potete fare telefonando al numero 02 89406277

Luigi Franchi

La foto di Vittorio Fusari è di Carlo Fico

image_pdfimage_print