La Dispensa Marchigiana

Francesco Pizzagalli, presidente dell’Istituto Valorizzazione Salumi Italiani
26 maggio 2015
www.ristorazionecatering.it
Home Restaurant, to be or not to be
26 maggio 2015
www.ristorazionecatering.it
image_pdfimage_print

Inaugurato con la partecipazione del maestro Gualtiero Marchesi, grande appassionato della cucina delle Marche, ha preso il via il progetto “La Dispensa Marchigiana”: i migliori prodotti delle Marche in degustazione e in vendita presso l’Antica Osteria la Rampina di San Giuliano Milanese per tutto il periodo di Expo.
Lino e Luca Gagliardi, patron e chef del ristorante l’Antica Osteria La Rampina di San Giuliano Milanese e profondi conoscitori della tradizione culinaria marchigiana, in collaborazione con Marche Expo – società di promozione del territorio – propongono il menu degustazione Marche.
Il menu è realizzato con selezionati prodotti tipici in un percorso sensoriale attraverso i saperi e sapori delle Marche, regione prevalentemente collinare dove l’influsso del mare ha dato vita ad una fiorente tradizione enogastronomica.
I prodotti utilizzati per il menu, che varierà per tutti i sei mesi di Expo seguendo la stagionalità degli ingredienti, sono tutti disponibili per l’acquisto nella Dispensa Marchigiana allestita nei locali dell’Antica Osteria La Rampina. Un vero e proprio emporio di eccellenze che arrivano direttamente dal territorio marchigiano.
Appassionati e curiosi della cucina delle Marche hanno la possibilità di trovare diverse tipologie di farine, pasta, dolciumi, legumi, vini, confetture, salumi e formaggi tra cui alcuni presidi Slow Food come il lonzino di fico e la cicerchia di Serra de’ Conti e chicche come la visciolata – bevanda a base di visciole e uve montepulciano – la sapa e l’agresto, condimenti antichi e il mays ottofile, difficilmente reperibili a Milano.
In occasione del Fuori Expo, ma con il dichiarato obiettivo di rimanere un appuntamento fisso presso l’Antica Osteria La Rampina, le Marche tornano ad avere a Milano un presidio per valorizzare e divulgare la propria tradizione enogastronomica. L’Infinito di Giacomo Leopardi, il Poeta dei poeti marchigiano doc, non è poi così lontano.

 

 

image_pdfimage_print