Lo Stato più forte dei ladri, Expo 2015 deve andare avanti

I vincitori di ALMA Caseus 2014
14 maggio 2014
Già latteria”, la Bologna che cambia osservata dal bancone del Marsalino
14 maggio 2014
image_pdfimage_print

#Italiariparte è l’hashtag con cui Matteo Renzi ha riassunto su twitter il suo pensiero rispetto alla vicenda Expo 2015 affrontata ieri nel corso della sua visita a Milano dove ha incontrato i vertici dell’evento internazionale.
L’Expo deve diventare il fiore all’occhiello del nostro paese». “Noi dobbiamo diventare un paese orgoglioso del proprio passato e geloso del proprio futuro – ha commentato il Presidente del Consiglio – Chi ruba va fermato, ma non si fermano le opere. Si fermano i delinquenti. Non ci lasceremo rubare anche un pezzo del nostro futuro. Lo Stato é più grande dei ladri”.

Parole chiare a cui sono seguiti i primi atti: Marco Rettighieri, attuale Direttore Generale Operativo di Italferr, diventa direttore generale costruzioni di Expo 2015; Anac e il suo presidente, Raffaele Cantone, assumono la responsabilità della supervisione delle procedure e della trasparenza amministrativa di Expo 2015 e garantiscono il presidio delle commissioni di gara per l’aggiudicazione degli appalti

Ma occorre fare di più, bisogna spiegare con chiareza agli italiani cosìè Expo 2015, cosa può rappresentare per l’Italia, per la sua ripartenza sul piano economico e internazionale. Bisogna sensibilizzare gli italiani sul tema di Expo 2015Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita, che è sparito dal logo, principale strumento di comunicazione immediata. Solo creando una grande rete di attesa e attenzione, solo facendo sentire propria la manifestazione e il tema si potrà parlare di fiore all’occhiello del nostro Paese. E lo si può fare se si scelgono i migliori professionisti in questo campo, serve competenza e coinvolgimento!

Luigi Franchi

image_pdfimage_print