Dimitri Restaurant, un pieno di idee e soluzioni

Il Cantiere del Gusto, sei mesi di eventi food
13 giugno 2016
I 100 anni di Umberto a Napoli
14 giugno 2016
image_pdfimage_print

Uno dei capisaldi del Dimitri Restaurant Cafè di Altavilla Vicentina è la pasta fatta in casa, seguendo un’antica ricetta della nonna di Dimitri Mattiello, il giovane cuoco-imprenditore che ha dato vita, nel 2012, al locale.
“Nella tradizione regionale italiana esistono decine di varianti e ricette per preparare la pasta fatta in casa – racconta Dimitri – ma io resto fedele alla tradizione di famiglia e porto avanti la tecnica del 40 a 1: quaranta rossi d’uovo per un chilo di farina”. Provare per credere.
Ma non è solo questa la sorpresa che il locale di Altavilla Vicentina offre. Dimitri Mattiello, 32 anni, ha aperto questo spazio multitasking dopo aver lasciato il ristorante di famiglia, il Penacio, in cui ha fatto una gavetta lunga 17 anni.
“Un mio vecchio maestro mi ha sempre spiegato che bisogna imparare a vedere e ascoltare ciò che si ha intorno. Da lunghi viaggi e dalle visite a tanti locali, ma soprattutto dal rispetto profondo che nutro per gli ospiti, nascono le proposte del mio spazio” confida il cuoco-imprenditore.

dimitri-restaurant1

Ristorante gourmet
Collocato al piano superiore il ristorante è suddiviso in due stanza; una per 50 coperti circa. L’altra riservata a soli cinque tavoli, esclusivamente da due. In questa sala cambia il servizio (sempre comunque molto attento) e la mise en place. I bicchieri per il vino sono stati appositamente studiati da Dimitri, in collaborazione con il maestro vetraio Massimo Lunardon, e hanno una particolare forma sensoriale. Inoltre sono in vetro borosilicato e se si rompe il gambo, lo si può ricostruire.

Menu del ristorante Gourmet
Stagionalità data per scontata, il menu è strutturato con una serie di vini al calice consigliati per ogni abbinamento. Inoltre, accanto ad alcuni piatti, è indicato un simbolo identificativo: vegetariano, senza glutine, vegano, tipologia di carne. Ma la parte sorprendente risiede nel massimo rispetto per le esigenze del cliente, dove vengono indicati, per alcuni piatti, quantità e peso con l’invito, da parte del cuoco, a chiedere pure “un grammo in più o in meno delle pietanze e sarà nostra gioia assecondarvi”, senza aumento del costo/piatto.

dm2

Spazio lunch
Per il lunch del mezzogiorno Dimitri ha approntato un menu dove vengono indicati, per ogni pietanza, i tempi di attesa per la preparazione: tartare di tonno all’Olio extravergine d’oliva del Garda (9 muniti), seppiolina cotta a vapore e brunoise di verdurine (12 minuti) ecc…
In tal modo il cliente può compilarsi il menu in base al suo tempo a disposizione e “se sforiamo i tempi, il cliente avrà uno sconto del 30%” spiega Dimitri.

dm3

Proposte aziendali
Oltre ad un’intensa attività di catering il Dimitri Restaurant offre particolari servizi alle aziende con cui lavora. Tra le tante un servizio di pranzo presso l’azienda, senza costi aggiuntivi rispetto al consumo al ristorante, per tutte le imprese che si trovano nel raggio di due chilometri dal ristorante.

Dimitri Hostaria Italiana
Inaugurata da poche settimane al pianoterra del locale, l’osteria di Dimitri offre un percorso gastronomico dal nord al sud dell’Italia. Proposti come piatti unici, ogni pietanza è descritta nel dettaglio sul giornale dell’osteria: quattro fogli pieni di curiosità e informazioni storiche e culturali della gastronomia italiana. Interessante la parte dedicata ai lievitati: basi di pizza su cui comporre un autentico percorso culinario tra pomodoro, maiale, manzo, mare e vegetali.

L’attenzione al cliente
“Concettualmente io servo delle persone”, Dimitri Mattiello riassume con poche parole il mestiere di cuoco, senza troppi fronzoli ma con l’idea chiara in testa che “si deve capire cosa si aspetta un ospite da te”. Per questo ha realizzato un piccolo form (come quello degli alberghi) dove viene chiesto un giudizio su: professionalità del servizio, qualità dei piatti, rapporto qualità-prezzo, tempi di servizio. Tra quelli che lo depositano nell’urna, una volta al mese viene sorteggiato il vincitore di una cena per due persone. Feedback? L’85% dei clienti!

dm4

La formazione del personale
“Tutto passa da qui, dal coinvolgimento e dalla motivazione del personale di sala e di cucina” sostiene Dimitri. Anche in questo caso il cuoco-imprenditore ha dato vita ad un meccanismo premiante. “Ma ci sono anche le penalty. Non ricadono certo sul compenso ma, ad esempio, nell’assegnare lavori, per un certo periodo, che a nessuno piacciono, tipo portare fuori l’immondizia per una settimana.

Una fucina di idee e di soluzioni, quella di Dimitri Mattiello, che rende il suo locale veramente social, ma non virtuale.

Luigi Franchi
luigifranchi@salaecucina.it

Dimitri Restaurant Cafè
Via Roma, 49
Altavilla Vicentina (VI)
Tel. 0444 372065
www.dimitrirestaurant.it

image_pdfimage_print