Le food fragrances di Antonella Bondi

TIRRENO C.T.
16 febbraio 2017
Gli assaggi di gusto
17 febbraio 2017
image_pdfimage_print

Che profumo ha la gioia? E l’amore che sapore ha?
È quanto Antonella Bondi, designer olfattiva, si è chiesta rovistando nei ricordi vivi di bambina molto attenta ai profumi e ai sapori, grazie all’insegnamento della nonna.
Perché a quei profumi e sapori ha legato indissolubilmente emozioni di un tempo felice, quello di un’infanzia genuina e vera.
È nel vivere, pragmatica, la quotidianità domestica e la passione per la gastronomia che Antonella si è ritrovata, in età adulta, ad ingegnarsi in soluzioni che hanno attinto spunti dalle risorse introiettate da bambina.
Quante volte in procinto di cucinare l’esclamazione :  “ho dimenticato di acquistare il basilico per la pasta al pomodoro!” piuttosto che “ mi manca il limone per il pesce”.

Tagliatelle
Ecco il guizzo, l’idea felice di produrre fragranze alimentari con ottime materie prime, senza alcun additivo chimico, ricavate con la sola tecnica del vapore. Anni di prove di laboratorio, di sperimentazione, attingendo dai propri ricordi e dal sapere antico. Perché la fragranza coinvolge l’olfatto ed emoziona al tempo stesso. È esperienza, nuova esperienza.
Sono nate così collezioni di fragranze esclusive, le food fragrances, in veste di erbe aromatiche, agrumi, spezie, piante coccole, particolari e intriganti fragranze pensate nella formula spray, perché tutti le possano utilizzare con semplicità. Come un invito a provare, ad azzardare nuove associazioni perché basta una semplice spruzzatina di  “Agrumi mediterranei” o di “Mojto in pineta” sul gelato per risaltarne il gusto, magari anche attraverso un contrasto, dentro un’emozione nuova. È ciò che ho provato di persona presso Carpigiani, all’ultima edizione di Sigep.
Questa sorta di nuova intrigante frontiera del mondo gastronomico ha solleticato la curiosità e l’interesse di grandi chef del calibro di Massimo Bottura, Chicco Cerea e Heinz Beck, per il quale la designer olfattiva ha studiato una linea di fragranze sartoriali.

Copertina_Libro_Essenze_Leima

E per il grande pubblico ha realizzato un libro – Essenze- Profumi naturali in cucina – con le vecchie ricette della famiglia Bondi rinnovate dalle fragranze e le innovative autorevoli ricette di grandi firme che utilizzano le fragranze. Una sorta incoraggiamento a chi di fantasia non ne ha troppa, ad arricchire le proprie pietanze di quella dimensione emotiva che fa stare bene. Quasi un consiglio materno.

Antonella Bondi e Ruggero Dassi

Antonella Bondi e Ruggero Dassi

All’origine delle food frangrances c’è una donna determinata a far parlare i sentimenti, al suo fianco un uomo, Ruggero Dassi, che a tutto questo dà un ordine.  Ciò che ne risulta è l’equilibrio, l’equilibrio  delle due parti.

Simona Vitali

in apertura foto di Daniel Toechterler

image_pdfimage_print