Regina Lucia: sensibilità mediterranea e storia autentica

E’ siciliana l’impresa agricola con il miglior livello di welfare aziendale
13 aprile 2018
Tigelle o crescentine, sempre modenesi sono
13 aprile 2018
image_pdfimage_print

Cenare su una delle piazze più belle d’Italia, quella del Duomo a Ortigia (SR), è uno dei privilegi che il ristorante Regina Lucia concede. Se a questo si abbina una cucina, personalmente curata dagli chef Salvo Calleri e Roberta Gallo, che sa di Sicilia in ogni più piccolo dettaglio, l’esperienza si fa indimenticabile.
Dopo aver lasciato l’altro ristorante di famiglia a Palazzolo Acreide, sito in un palazzo settecentesco di quel barocco che è valso alla Val di Noto l’inserimento nel Patrimonio dell’Umanità UNESCO, per il grande impegno che la gestione del Regina Lucia richiede, Salvo e Roberta hanno concentrato ogni attenzione sulla clientela internazionale che arriva sempre più numerosa ad Ortigia.
Il ristorante si trova al piano terra di Palazzo Borgia del Casale – un edificio carico di storia e di fascino che diede i natali a Lucia Migliaccio, moglie morganatica di Ferdinando I Re delle due Sicilie – dove ancora oggi si possono rivivere gli sfarzi del tempo in alcuni degli eventi privati dove le proposte gastronomiche del Regina Lucia rappresentano il trionfo del gusto e del piacere.
“Gestire quotidianamente questo luogo richiede un grande impegno, proprio per il carico di storia e rafinatezza che ispira, ma lo facciamo attraverso la semplicità della nostra cucina e l’effetto che si genera tra i commensali è di ulteriore stupore” racconta Salvo Calleri.
Qui la semplicità, sia chiaro, non è banalizzazione ma la rappresentanza vera di quella dieta mediterranea (anch’essa patrimonio immateriale UNESCO) che non richiede altro che rispetto della materia prima: tecnica che Salvo Calleri e Roberta Gallo conoscono molto bene.
Coppa martini con crema di mozzarella, granita di pomodorino e gamberi marinati; Tagliolini con pesto di finocchietto, gamberi (o triglie) e formaggio dei poveri; Filetto di orata alla beccafico in pasta filo; Tortino all’arancia con spuma di ricotta, marmellata di arance e gelato alla vaniglia, sono solo un esempio del loro fare mediterraneo. La loro è una sensibilità originale che sa offrire grande cucina a prezzi democratici e accessibili, con abbinamenti ad una ricca carta dove i vini siciliani predominano.

Regina Lucia
Piazza Duomo 6
Ortigia
96100 Siracusa
Tel. 093 122509
www.reginaluciaristorante.com

image_pdfimage_print