Ristoranti

E’ tornato Sentaku ed è ancora più bello, più completo, più buono.

Il primo Ramen Bar bolognese, aperto nel settembre 2018 e che in due mesi aveva riportato la movida  gourmet di tutte le età in via Saragozza, aveva poi dovuto  riconvertirsi in Gyoza- bar e servire solo i tradizionali ravioli cinesi a causa di alcuni problemi di carattere tecnico. Oggi ha cambiato sede e, dopo lunghi mesi di lavori, si presenta con un volto nuovo ed un progetto ancora più maturo; le lungaggini della ristrutturazione del locale hanno aumentato l’ attesa, soprattutto fra i giovani che sono più ricettivi verso i format ristorativi che guardano ad Oriente e che da subito hanno accolto questa nuova realtà con entusiasmo. Dietro il progetto ci sono come sempre Dario Chan, imprenditore italo-cinese già titolare di ristoranti di successo dallo stampo internazionale, Lorenzo Costa, anch’ egli giovane  imprenditore della ristorazione e figlio d’ arte (i genitori sono i titolari del Ristorante Il Battibecco, realtà bolognese dedita alla tradizione) e Alessandro Musiani, da tempo coinvolto nella ristorazione con la sua agenzia di comunicazione “Dinner, Please!”.

Il nuovo locale si è spostato e dal quartiere Saragozza oggi ha la nuova sede nella più centrale via Lame, interessante zona commerciale ancora non del tutto “coperta” nell’ offerta ristorativa di qualità. Gli interni, giocati sulle tonalità-contrasto del legno e del nero, sono nel classico stile minimal giapponese: un lungo bancone affacciato sulla cucina e un altro che si affaccia sulla strada, in totale 25 posti a sedere.

La formula rimane quella della sosta veloce –da qui l’ appellativo di Ramen-bar-  che vuole coccolare gli ospiti con la tradizionale zuppa nipponica e altri appetizer. Nel nuovo progetto la brigata è passata da due a quattro elementi, sempre capitanata da Marco Munari, giovane chef formatosi proprio nelle cucine giapponesi a Londra e che ha successivamente approfondito la tradizione recandosi personalmente in Giappone, dove ha fatto vari stage. Il Ramen, per chi ancora non lo conoscesse, è un piatto tipico giapponese realizzato con i noodles, ovvero tagliatelle di frumento servite in brodo di carne o pesce e accompagnate da vegetali, alghe marine, uovo marinato e pezzi di carne o pesce. Il nuovo menù prevede quattro varietà di Ramen, tra cui l’ Hakata Tonkotsu, icona della tradizione nipponica, fatto con i noodles, cipollotti, funghi, germogli di soia e pancia di maiale arrosto cotta a bassa temperatura e a cui il brodo conferisce una particolare scioglievolezza; il tocco di sapore caratteristico  è poi dato dall’ aggiunta una salsa all’ aglio. Ad ogni ramen si possono aggiungere alcuni ingredienti per arricchirlo e personalizzarlo secondo i propri gusti.

Ci sono poi gli “Snack” forse una dicitura che toglie qualcosa a queste preparazione che sono dei veri e propri piatti: fra queste troviamo  il Karage double-tip ovvero bocconcini di pollo marinati a lungo e poi fritti e accompagnati da una salsina allo yuzu, agrume giapponese.

Fried Gyoza, ovvero i tipici ravioli giapponesi che in questa versione vengono fritti,  con ripieno di carne di maiale e cavolo.

Sweet&Spicy Ribs ovvero costoline di maiale fritte e nappate con una salsa dolce-piccante.

Il locale, aperto al pubblico dallo scorso 23 novembre, offrirà servizio di pranzo e cena e resterà chiuso il lunedì e il martedì a pranzo.

 

Manuela Di Luccio

 

Sentaku Ramen Bar

Via Lame, 47 – Bologna

Tel: 051 498 2544

www.sentakuramen.com

 

image_pdfimage_print
image_pdfimage_print
28 novembre 2018

A scaldare l’ inverno bolognese saranno i brodi di Sentaku Ramen Bar

E’ tornato Sentaku ed è ancora più bello, più completo, più buono. Il primo Ramen Bar bolognese, aperto nel settembre 2018 e che in due mesi […]
26 novembre 2018

Wicky Priyan: il pensiero e la cucina del cuoco venuto dall’Oriente

Eleganza e grazia sono le parole che racchiudono il mondo di Wicky Priyan. A partire dall’ impatto con gli ambienti, passando per il pasto e i […]
19 novembre 2018

Dal Pescatore con Alberto e Giovanni Santini

Noi ci siamo andati per capire come sia avvenuto, senza alcun trauma, l’ultimo passaggio generazionale, quello da Antonio e Nadia Santini ai figli Alberto e Giovanni
14 novembre 2018

La Bandiera: l’ evoluzione da trattoria di campagna a ristorante stellato

Sono passati 41 anni da quando il Ristorante La Bandiera aprì le porte ai clienti: quell’ ex tabacchino divenuto trattoria era stata l’ ambizione della signora […]
13 novembre 2018

L’apoteosi dei funghi

Peppe Carollo con la sua sconfinata conoscenza in materia di funghi ha fatto della sua passione un mestiere. Storia di una trattoria siciliana unica nel suo genere.
9 novembre 2018

Il Mediterraneo di Emanuele Petrosino arriva a Bologna

Su “I Portici“, unico ristorante stellato della città di Bologna, da mesi soffia un vento nuovo di rinnovamento: dallo scorso marzo, infatti, a dirigere le cucine […]
7 novembre 2018

Nino Di Costanzo: storia e filosofia del cuoco ischitano

“Mia madre e mia nonna hanno lasciato un’ impronta forte nel mio modo di pensare la cucina: il legame con il mio territorio, l’ Isola di […]
2 novembre 2018

Ivan Iurato, MasterChef con la testa sulle spalle

Sale sul palco per il suo show cooking e subito appare evidente che non si tratta di un personaggio convenzionale. Ivan Iurato, chef del ristorante Met […]
25 ottobre 2018

Max Poggi: i conti con i tuoi sogni li devi sempre fare

Noi facciamo ospitalità e, quindi, oltre lo spirito di sacrificio, che è di molti mestieri, è fondamentale lo spirito.
12 ottobre 2018

Il Bikini: la tradizione partenopea abbraccia quella giapponese

In Costiera Amalfitana da sempre si trovano alcune delle migliori tavole italiane: eleganza, stile e cucina d’autore sono il paradigma di una ristorazione d’ elite ancora […]
9 ottobre 2018

Solaika Marrocco: la forza delle nuove generazioni di cuochi del Sud

E’ una delle giovani cuoche del panorama gastronomico italiano a guidare la cucina di un ristorante che sta crescendo sul filo della qualità: Solaika Marrocco, a […]
3 ottobre 2018

Barbara Settembri: sacrifico il mio stipendio per pagare i miei collaboratori

Un’ infanzia passata ad aiutare la mamma e la nonna ai fornelli  le imprime una formazione culinaria fortemente incentrata sulla tradizione che rimane ancora oggi il […]
28 settembre 2018

Rosanna Marziale: nella mia cucina racconto il territorio casertano

Il casertano è una terra chiusa, o forse sulla difensiva, una terra sicuramente difficile, alla cui origine, forse, c’è anche il problema del continuo confronto con […]