Cerca

Premi INVIO per cercare o ESC per uscire

Anthony Genovese e i primi dieci anni del Pagliaccio

19/07/2013

Anthony Genovese e i primi dieci anni del Pagliaccio
Un quadro regalato dal padre, una nonna cuoca, un nonno pasticcere, la nascita e la gioventù in Francia nato da genitori calabresi: questi sono gli ingredienti. Cosa può scaturire? Uno chef con cognome italianissimo e nome internazionale - Anthony Genovese - che per il nome del suo ristorante si ispira al quadro ricevuto in dono che raffigura un pagliaccio. E per la sua idea di cucina fa leva sull’ insegnamento avuto alla scuola alberghiera di Nizza e sui racconti dei nonni, a cui aggiunge il suo "modo istrionico e artistico di fare cucina artigianale, stravagante ma equilibrata e, sopratutto, profondamente autobiografica" spiega lo chef.

Il risultato è un ristorante nel cuore di Roma - il Pagliaccio - che vanta due stelle Michelin e che, quest’anno, taglia il traguardo dei suoi primi dieci anni, a cui aggiunge il suo “modo istrionico e artistico di fare cucina artigianale, stravagante, ma equilibrata e, soprattutto, profondamente autobiografica”.

Dieci anni di percorso che portano Anthony Genovese, affiancato in cucina da Francesco di Lorenzo, in sala da Gennaro Buono, nella gestione della cantina da Matteo Zappile  e nella creazione di tentazioni golose dall'alsaziana Marion Lichtle, a proporre una cucina, ricca di contaminazioni, ma mai fusion, e un servizio da provare, senza tentennamenti.

Prima di approdare nella capitale il percorso italiano di Anthony Genovese, classe 1968, inizia a Ravello non senza prima aver fatto esperienza in ristoranti dell'Inghilterra, del Giappone, della Malesia e della Thailandia. Qui, al ristorante Rossellinis dell'Hotel Palazzo Sasso, dove arriva la prima stella.

Poi la grande scelta: affrontare una città, Roma, dove l’offerta è estremamente variegata e ampia, conquistarsi una propria identità in questo contesto non è cosa facile, ma il rigore con cui Genovese assolve al suo mestiere è vincente. Qui il servizio è davvero da due stelle, pur nell’approccio di grande cordialità e semplicità con cui l’ospite viene accolto.

I dieci anni vanno festeggiati e lo chef ha deciso di farlo con un libro: Ten, edito da Betelgeuse su progetto creativo di Aromi Creativi.

Luigi Franchi

 

Ristorante Il Pagliaccio

Via dei Banchi Vecchi, 129

Tel. 06 6880 9595

Roma

www.ristoranteilpagliaccio.com