Cerca

Premi INVIO per cercare o ESC per uscire

Pizza Challenge, torna la competition più verace e filante della tv

27/10/2022

Pizza Challenge, in collaborazione con Molino Spadoni, Cirio Alta Cucina, Olitalia e MTP Forni, giunge alla sua 3°edizione e quest’anno si sposta in uno dei territori più famosi ed apprezzati del Rinascimento italiano: la Toscana.
 

Partendo da Firenze, passando per Prato, arrivando a Pistoia le 12 pizzerie prescelte si

affrontano nell’ antica arte bianca da cui prende forma il disco di pasta più famoso al mondo, per conquistare il titolo di migliore pizzeria della Toscana.
 

Alla giuria si confermano Cristina Lunardini, chef e volto noto televisivo, e Luigi Franchi, direttore responsabile della testata sala&cucina magazine di accoglienza e ristorazione.
“È stata un’edizione spettacolare – afferma Cristina Lunardini – per la qualità delle pizzerie selezionate; qualità non solo nelle pizze ma anche nei locali, tutti innovativi e moderni, che stanno a dimostrare come sta cambiando l’approccio alla pizzeria. Non più un luogo di consumo veloce e un po’ incasinato bensì un locale dove trascorrere una serata all’insegna anche della bellezza e del buon gusto”.
 

Luigi Franchi ha spiegato “come la pizza, in questa regione simbolo internazionale del nostro Paese, stia cambiando stile, non più solamente la pizza bassa, tirata come una sfoglia ma una pizza contemporanea, con differenze importanti da pizzeria a pizzeria ma che fanno della qualità degli impasti e dei topping un sentire comune”.
 

Il format televisivo di Pizza Challenge, programmato su tutte le principali emittenti regionali italiane, tiene conto di questi aspetti esaltando l’impegno dei pizzaioli che vivono la sfida come un momento di confronto e di crescita e non come una gara dove la critica è al primo posto per raggiungere l’audience. Questo è un programma gentile, dove si imparano molte cose sulla pizza, sul mestiere del pizzaiolo, sulla passione che sta portando anche i giovani ad intraprenderlo.

Delle 12 pizzerie in gara almeno la metà è infatti gestita da giovani che hanno cambiato le loro vite per seguire questo mestiere; un segnale importante per un prodotto, la pizza, che è l’emblema internazionale dell’Italia.

I maggiori consumatori al mondo di pizza sono gli americani, con 13 kg pro-capite, gli italiani, con 7,6 kg all’anno, guidano la classifica europea e anche questi dati stanno a indicare come gare di questo tipo facciano bene al comparto.

“Abbiamo ideato questo format negli anni in cui le pizzerie stavano affrontando la pandemia, un periodo in cui nessuno riusciva a fare previsioni per il futuro prossimo. – racconta Rita Cicognani, AD di Expì, un’impresa che produce format multimediali, contenuti digitali ed eventi, raccontando in modo innovativo le aziende e i loro prodotti – Nonostante questo abiamo, da subito, capito che era il momento giusto per offrire una nuova visione del mondo pizza. Le prime due edizioni hanno visto la Romagna e le Marche come regioni protagoniste, quest’anno è toccato alla Toscana perché volevamo dare un’immagine forte del rapporto tra territorio e pizzerie. Pensiamo, visto gli share delle puntate, di esserci riusciti. Il prossimo anno continuerà questo particolarissimo viaggio italiano, grazie anche alle aziende che ci sostengono!”
 

Le pizzerie di questa edizione sono: La Fenice Pizzeria contemporanea, La Capannina,  Luna Rossa Verace, Antiche Volte, Il Chicco D’Uva, I' Pizzacchiere, 3dddì Pizzeria, Giotto Pizzeria-Bistrot, Fermento 1889 - Il Bistrot dell'Impasto, A' Puteca, Fratelli Cuore  e Santa Lucia Pizzeria Stuzzicheria.