Cerca

Premi INVIO per cercare o ESC per uscire

Casa Leali: il senso dell’accoglienza

16/06/2021

Casa Leali: il senso dell’accoglienza
È un periodo storico in cui tirano venti apparentemente uguali e in cui le bandiere, quelle con poco carattere, si orientano verso la stessa direzione.
da sinistra, Andrea Leali e Marco Lealida sinistra, Andrea Leali e Marco Leali
Il senso dell’accoglienza a Casa Leali
Non sono pensieri copia e incolla ma, al contrario, riflessioni acute e pragmatiche quelle di Andrea e Marco Leali, fratelli alla guida del ristorante Casa Leali a Puegnago, nell’entroterra bresciano che accompagna al Lago di Garda. 
In questi anni hanno costruito un luogo fine e caldo che parla di accoglienza già dal nome. 
“Il ristorante Casa Leali è la nostra casa, nella forma e nel concetto. In passato in questo cascinale del 1400 viveva la nostra famiglia. Abbiamo rimesso a nuovo la struttura ricavandoci una sala con una decina di tavoli, venticinque coperti in tutto. La precedente esperienza nella gestione di un’osteria nelle vicinanze, dal 2012, ha gettato una base solida sulle nostre ambizioni. Tra queste proprio la volontà di ospitare un numero limitato di persone, senza forzare la mano. Vogliamo poterci dedicare al meglio all’accoglienza, aprire la porta del ristorante come se fosse la nostra casa”. Così racconta Marco Leali, che si occupa della sala e della gestione della cantina.
esterni Casa Lealiesterni Casa Leali
L’altra ambizione: valorizzare il territorio
E se è vero che una cucina non può viaggiare in solitaria, senza una sala che la veicoli adeguatamente, è vero anche il contrario: ci deve essere della sostanza da raccontare, quindi un approccio alle materie prime e alle tecniche serio e coerente.
“Non si può pensare di valorizzare il territorio limitandosi all’utilizzo dei prodotti tipici o rispettando in modo fedele le usanze locali. La valorizzazione presuppone anche l’intervento umano, la modifica pragmatica e intelligente di ciò che compone un territorio” ci racconta invece Andrea, promessa, e anche conferma, della cucina, con una formazione alberghiera seguita da una poderosa crescita da autodidatta. 
“L’uomo ha la possibilità di filtrare il territorio in modo evolutivo attraverso la personalità, il carattere, la creatività. E così può raccontarlo con efficacia contemporanea”. 
Un pensiero che viene riassunto nell’incipit del menu di Casa Leali - Nuova Cucina Gardesana si legge nella prima pagine della carta - e si ricalca nello stile e nell’atmosfera che aleggia in sala.
PinzimonioPinzimonio

Come un pinzimonio
“La gente ha voglia di uscire a pranzo e a cena - continuano i fratelli Leali - è una frase che rimbalza da settimane. Il dato significativo per noi ristoratori non è solo che la gente abbia voglia di uscire, ma che abbia anche l’intenzione vera di sedersi a tavola, di assaggiare piatti e vini che prima non assaggiava, di godersi il ristorante con più consapevolezza. Noi e i nostri collaboratori lo stiamo già facendo. Questo spazio ce lo stiamo godendo con un atteggiamento diverso. siamo mossi da sentimenti positivi e investiti da un’energia ancora più vivida, caratterizzata da una passione per questo mestiere”.
Vivace è la sala, l’atteggiamento di chi ci lavora, e vivace vuole essere anche la cucina di Andrea. Emblematico il suo Pinzimonio, un piatto che include un parterre di quindici ortaggi in forme e consistenze diverse che poggia su pesto di mandorle e avocado. Viene condito al tavolo, con acqua di mandorle, olio e aceto. 
“È un piatto ricco di colore, consistenze e gusto ma semplice nel concetto, esattamente come lo è il pinzimonio tradizionale. Abbiamo pensato a quanto sia buona questa pietanza e a quanto, negli anni, sia stata storpiata la sua immagine, spesso limitata a una fascetta di verdure poco croccanti e accattivanti, piazzate sopra i buffet. Per noi non doveva essere una forma di recupero degli ortaggi, ma un trionfo di ortaggi”. 
Ecco: una cucina semplice e contemporanea che vuole arrivare energica più che mai, accompagnata dai sentimenti che compongono l’atmosfera di una casa.

Ristorante Casa Leali
Via Valle, 1, 25080 
Puegnago sul Garda (BS)
Tel. 366 529 6042
www.casalealiristorante.it
 

Giulia Zampieri

Condividi