Cerca

Premi INVIO per cercare o ESC per uscire

Caseifici Aperti in primavera

23/04/2015

Caseifici Aperti in primavera
Dopo il successo delle scorse edizioni, i caseifici sono pronti per una nuova edizione di Caseifici Aperti e per accogliere grandi e piccini nel mondo del Parmigiano Reggiano. Sabato 25 e Domenica 26 aprile i produttori di Parmigiano Reggiano vi aspettano nelle loro province per farvi scoprire come nasce il Re dei formaggi, conoscere icasari e acquistare direttamente dai produttori. Visite guidate al caseificio e al magazzino di stagionatura, spacci aperti, eventi per bambini e degustazioni, uniti alla passione dei casari offriranno la possibilità di vivere un’esperienza unica e permetterà di conoscere la zona d’origine e le sue terre ricche di storia, arte e cultura.
L’iniziativa è partita nel 2013, un anno dopo il sisma, per ringraziare idealmente e concretamente con l’ospitalità tutti coloro che a vario titolo e impegno avevano aiutato i nostri caseifici a risollevarsi. Sono state veramente tante le persone che, anche solo con l’acquisto di “formaggio solidale”, hanno voluto esprimere solidarietà e vicinanza a questo mondo, facendo così sapere quanto il Parmigiano Reggiano è nel cuore degli italiani. Partecipare è semplicissimo: sul sito web del Consorzio è presente una sezione dedicata a Caseifici Aperti con la lista dei caseifici aderenti aggiornata quotidianamente grazie alla quale è possibile informarsi sugli orari di apertura e sulle attività proposte. Un comodo sistema di geolocalizzazione permette di trovare la struttura più vicina e più affine alle proprie esigenze.
Per rendere ancora più coinvolgente ed emozionante questa edizione di Caseifici Aperti, tutti gli amici che visiteranno i “caselli” sono invitati a condividere la loro esperienza attraverso l’hashtag #caseificiaperti da utilizzare su tutti i Social Media del Consorzio (Twitter, Facebook, Instagram e Pinterest). Le sorprese non finiscono qui! In ricordo della giornata, il Consorzio ha ideato un piccolo omaggio per tutti i partecipanti che si recheranno presso i caseifici.
Condividi