Cerca

Premi INVIO per cercare o ESC per uscire

Dal 16 ottobre al 31 dicembre torna ristoranti contro la fame

27/08/2022

Ristoranti contro la fame, la più grande Campagna nazionale che unisce buon cibo e solidarietà ripartirà il prossimo 16 ottobre e durerà fino al 31 dicembre

 

L’edizione 2021 ha visto oltre 181 ristoranti aderenti; decine di eventi territoriali con i road trip promossi, in tutta Italia, da chef e ristoratori per sensibilizzare ulteriormente i propri clienti sul tema della lotta alla fame e della malnutrizione infantile nel mondo

 

In questi anni il progetto ha trovato ospitalità in oltre 700 attività della ristorazione italiana e ha raggiunto, complessivamente, oltre 500.000 persone. Nel corso della nuova edizione, che rientra nell’ambito dell’iniziativa di sensibilizzazione “Mai più Fame”, i clienti, all’interno dei ristoranti, potranno donare, fino al 31 dicembre, due euro con l’acquisto di un “piatto solidale”, 50 centesimi scegliendo una “pizza solidale” e altrettanti consumando una bottiglia d’acqua.

 

Sarà l’occasione per godere del piacere di un pranzo o di una cena contribuendo all’impegno per liberare il mondo dalla fame. Secondo il rapporto pubblicato dalla FAO (The State of Food Security and Nutrition), del resto, sono 828 milioni le persone che ne soffrono a causa di guerre, cambiamenti climatici e disuguaglianze. In questa edizione parteciperanno anche i ristoranti di Amodo, la rete dei ristoranti etici di cui sala&cucina è promotrice.

 

Ristoranti contro la Fame contribuisce a finanziare i progetti della campagna “Mai più Fame”: in Sahel sosterranno ancora l’intelligenza artificiale per contrastare i cambiamenti climatici; in India daranno seguito alla realizzazione degli “orti giardino”, dove il coinvolgimento diretto delle donne promuove la loro autonomia e il loro ruolo nella società; in Libano, a lungo flagellato dai conflitti, si occuperanno del sostentamento delle comunità di rifugiati. Infine, continueranno a sostenere il nostro progetto in Italia “Mai più Fame: dall’emergenza all’autonomia”.

 

Lanciato all’inizio del 2022, questo progetto mira a contrastare l’insicurezza alimentare nel nostro Paese. Nel corso della seconda edizione, nell’autunno 2022, coinvolgerà 50 famiglie vulnerabili della periferia di Milano, per un totale di 250 persone. L’obiettivo è quello di estendere l’iniziativa anche in altre città d’Italia. D’altra parte, anche nel nostro Paese, pur con forme diverse, molte persone vivono una condizione di insicurezza alimentare (5,6 milioni di persone in povertà assoluta, Istat 2022).

 

“Con un pianeta che è, in realtà, in grado di produrre cibo a sufficienza per tutti, cure contro la malnutrizione infantile da tempo disponibili, efficaci e a basso costo, progetti di cooperazione in grado di realizzare l’autosufficienza delle comunità vulnerabili, siamo la prima generazione della storia che può eliminare la fame – ha dichiarato Simone Garroni, direttore generale di Azione contro la fame - motivati dallo stesso nostro auspicio, anche i ristoranti e i partner dell’iniziativa sono pronti a lavorare al nostro fianco per dare cibo a chi non ce l’ha. Gli italiani, oggi, hanno un motivo in più per pranzare o cenare al ristorante o in pizzeria: la solidarietà”.



Guido Parri
 

Scopri di più su www.ristoranticontrolafame.it