Cerca

Premi INVIO per cercare o ESC per uscire

La Barcaccia, Pescara

03/07/2013

La Barcaccia, Pescara
Emilio Di Cesare è un cuoco di grande esperienza maturata in alcuni dei più rinomati ristoranti e hotel cittadini. Quando una decina di anni fa ha cominciato a pensare di poter rallentare i suoi impegni ha dovuto fare i conti con la passione che aveva trasmesso ai figli Mirko e Massimiliano, che nel frattempo si erano laureati, il primo in lettere e filosofia e diploma in pianoforte, il secondo in psicologia clinica. Non ci è voluto molto, sostenuti dalla mamma Maria, per convincerlo a rilevare una storica insegna pescarese, a due passi dalla centralissima piazza “Salotto”, di fronte al Museo di arte moderna e alla nave in pietra scolpita sulla spiaggia da Pietro Cascella.

L’impegno e l’entusiasmo di una famiglia unita in meno di dieci anni ha fatto della Barcaccia uno dei ristoranti più frequentati della città. Accoglienza e servizio sono all’altezza della grande capacità di scelta del pescato locale che consente di interpretare le stagioni del mare con una cucina leggera e con tocchi di misurata creatività.

A cominciare dalla sequenza di antipasti con abbinamenti anche creativi che da soli potrebbero soddisfare: le crudità di scampi e di calamaretti, i filetti marinati di spigola e di gallinella, i bolliti di crostacei e calamari, la tagliata di tonno con le rape, le canocchie con i porcini, la padellata di scampi e rosmarino. Si prosegue benissimo con i paccheri con scorfano, scampi e pomodorini, con le linguine alle ostriche e con lo spaghettone con rape e canocchie, e poi ancora il brodetto alla pescarese, la spigola o l’orata al sale o la delicata frittura. Buoni i dolci al cucchiaio e carta dei vini con scelta ampia e intelligente, con ricarichi onesti.

Una insegna storica riportata a grande fulgore da uno degli chef più conosciuti della città, che sa interpretare al meglio le stagioni del mare.



La Barcaccia
Piazza 1° Maggio, 33
Pescara
Tel. 085 4217426

Coperti: 70 e 20 esterni. Carte di credito: tutte. Ferie: prima settimana di gennaio e da metà agosto ai primi di settembre. Chiuso: domenica e lunedì a pranzo. Costo medio: 60 euro.