Cerca

Premi INVIO per cercare o ESC per uscire

La solidarietà degli chef alla Liguria

18/11/2014

La solidarietà degli chef alla Liguria
Sono sempre più numerose le iniziative di solidarietà che vedono chef e ristoratori in prima linea, pronti a mettersi in gioco e a fare la propria parte. È accaduto negli anni scorsi in occasione del terremoto in Emilia e accade ora per la Liguria. La stessa Unione Italiana Ristoratori, per esempio, per voce del suo presidente Igles Corelli ha invitato gli chef dell’intera penisola a sostenere i colleghi liguri, abbinando a una delle preparazioni in carta un piccolo contributo da devolvere ad essi. I professionisti non se lo sono fatto ripetere due volte. “Abbiamo immediatamente sposato il progetto. – afferma Fabrizio Albini, chef della ‘Cucina di San Francesco’ all’interno del Resort Cappuccini di Cologne (BS) – La cucina è passione, sentimento, condivisione. Per questo con la proprietà abbiamo pensato di creare un piatto appositamente destinato alla solidarietà”. Da qui è nato ‘Maninterra’, realizzato con ingredienti semplici ed essenziali, proprio come quelli più tipici della cucina ligure: un tuorlo bio (che rappresenta la speranza della sostenibilità), con croccante di mais, che evoca la durezza del terreno, patate quarantine, olive taggiasche e basilico, sinonimi di Liguria. Un preciso messaggio simbolico è stato affidato non solo agli ingredienti, ma anche alla presentazione: dall’oscurità del fango che ha sommerso la terra al sole, chiarore di fiducia e speranza. “Maninterra – sottolinea Rosalba Tonelli, proprietaria e gestore del resort – vuole rappresentare il desiderio di rinascita, la forza di questa terra che reagisce in modo deciso; è un progetto a disposizione di quanti vorranno contribuire alla ripresa di un territorio così provato”.
Il resort propone dunque questa ricetta che, pur sobria e misurata, ha un grande impatto, anche grazie al significato simbolico con cui è stata concepita. Il ricavato sarà devoluto ai ristoratori genovesi al momento in difficoltà.


Mariangela Molinari
Condividi