Cerca

Premi INVIO per cercare o ESC per uscire

Pizzaiolo per amore

11/07/2022

Campione del mondo di pizza nel 2014 e premio all’eccellenza nel 2017 sono solo alcuni dei riconoscimenti che Giulio Scialpi ha ricevuto nella sua lunga carriera costellata di successi, premi e soddisfazioni. Il suo nome è conosciuto in tutto il mondo perché ha portato ovunque la pizza italiana, dalla Cina alla Norvegia, dalla Svizzera alla Polonia, sempre col sorriso e la tenacia di chi crede nel proprio lavoro perché l’ha conquistato con tenacia e forza di carattere.


Il suo locale a Noci (BA) – Giù Pizzeria - è una meta irrinunciabile per gli appassionati della pizza perché è il luogo dove Giulio Scialpi ha riunito la sua immensa esperienza per offrirla a chi ne vuole godere.

“Siamo caduti in piedi dopo le difficoltà della pandemia, e allora ho deciso di raccontare in un libro la mia storia e di esprimere le mie riflessioni su questo mestiere che, per me, è il più bello del mondo – afferma Giulio Scialpi con passione – per dare a tutti un messaggio di ottimismo, perché quando credi fermamente in quello che fai e lo fai con tenacia, niente ti può fermare, nemmeno una delusione amorosa”.

Parte proprio da una delusione d’amore la storia di Giulio Scialpi che, per caso, scopre la sua vena creativa e diventa pizzaiolo, negli anni ’90: “La ragazza mi aveva lasciato – racconta – era un amore coinvolgente, un po’ morboso, ero giovane e mi sono ritrovato a dover prendere in mano le redini della mia vita per non esserne sopraffatto. Non avevo mai pensato di lavorare nel mondo della ristorazione ma ho dovuto reagire al dolore e invece di deprimermi ho trovato il mio ego e sono partito. È così che ho capito cosa volevo fare da grande”.


In questo libro, “Pizzaiolo per caso”, scritto da Serena Simoni e in uscita il 15 luglio, Giulio Scialpi racconta il suo percorso dove vita e lavoro si intersecano, dove ha incontrato tanta gente: “Belli, brutti, simpatici o antipatici, quando si ha a che fare con la gente non si finisce mai di imparare, è questo il lato positivo. La vita è un viaggio e dobbiamo percorrerlo con entusiasmo, imparare a comunicare con gli altri e vivere ogni respiro perché ogni respiro è importante”.

Un racconto di vita vissuta, dunque, che si interseca con la testimonianza della sua professionalità e che si esprime anche attraverso le ricette delle sue pizze divenute iconiche, quelle ricette che l’hanno accompagnato fino al titolo mondiale e oltre: “Noi italiani abbiamo portato i prodotti italiani nel mondo e dove già la pizza era diffusa l’abbiamo arricchita delle nostre specialità, ineguagliabili. Anche con l’uso di farine pensate apposta per la pizza, come Le 5 Stagioni. È un merito e un vanto ed è giusto darvi risalto”.


Il libro vuole essere anche un messaggio, dichiara Giulio Scialpi: “Prima di tutto per i miei figli, perché sappiano cosa ha fatto il loro padre. Poi per tutti i giovani, perché capiscano che nella vita non bisogna mai perdersi d’animo, né per delusioni sentimentali né per delusioni lavorative. Se sei forte e caparbio, puoi superare qualsiasi cosa, andare avanti e raggiungere la tua meta. La mia esperienza mi ha insegnato che non finisce il mondo quando finisce un amore: ho conosciuto un altro amore e ho vissuto! Chi è forte, ce la fa”.


È un inno al futuro e alla tenacia, quello che Giulio Scialpi innalza. È un invito all’ottimismo, a cogliere, oltre le difficoltà che sempre appaiono lungo la via, lo spunto per andare avanti in maniera costruttiva. Ed è un omaggio al suo mestiere: “Il mio lavoro mi ha dato tantissimo. Ho conosciuto tanta gente, ho imparato le lingue, ho allargato la mia mente e abbracciato culture ed emozioni. Mi sono confrontato con persone, palati e gusti. Sono stato aiutato e ho aiutato tanti amici. Se oggi nessuno vuole lavorare nella ristorazione la colpa è anche di noi genitori che non abbiamo saputo trasmettere il valore del lavoro e della fatica. Questo è un lavoro che impegna ogni giorno dell’anno, ma è un lavoro stupendo che se hai la fortuna di affrontarlo con a fianco qualcuno che ti supporta – e io ho mia moglie, il vero amore, che mi accompagna e mi dà serenità, sempre – puoi affrontare tutto e ottenere grandi soddisfazioni. Puoi anche divertirti, perché noi ridiamo con il sottofondo della musica dei piatti e dei bicchieri, armonia pura”.



Marina Caccialanza