Cerca

Premi INVIO per cercare o ESC per uscire

Presentato il progetto Sicily Tasting Network

22/03/2013

Presentato il progetto Sicily Tasting Network
Sicilia: a gonfie vele il turismo enogastronomico.

I dati sono eloquenti: il segmento di mercato dell’enoturismo, a differenza del trend negativo che ormai da anni caratterizza l’industria delle vacanze italiana, va a gonfie vele. Gli appassionati del buon bere si moltiplicano lungo tutto lo stivale, così come gli eventi e le manifestazioni dedicate al tema. La conferma di tali dati in controtendenza è emersa in occasione del convegno “Vino, cultura e turismo”, organizzato dalla Federazione strade del vino e andato in scena nei giorni scorsi a Palermo.

A fornire le interessanti analisi e statistiche è stato direttamente Paolo Benvenuti, direttore di Città del vino: secondo le elaborazioni effettuate dall’osservatorio sul Turismo del vino il mercato del turismo enogastronomico risulta in crescita tra il 2011 e il 2012 con un ritmo che si attesta intorno al 12%.
Ed è proprio in tale direzione che, sempre in Sicilia, nasce un nuovo progetto in grado di sfruttare al meglio le sinergie tra mondo del turismo ed universo enogastronomico. Si chiama “Sicily Tasting Network” l’innovativa rete di promozione e diffusione del turismo enogastronomico dell’isola, allestita da Confindustria Sicilia Alberghi e Turismo, Federazione Strade del Vino e dei Sapori di Sicilia, Movimento Turismo del Vino e Enterprise Europe Network. Partners importanti per un’iniziativa che si pone l’obiettivo di promuovere le eccellenze dell’agroalimentare siciliano tramite la creazione di pacchetti turistici ad hoc in grado di regalare ai visitatori esperienze polisensoriali indimenticabili.
Come ha ben spiegato Ornella Laneri, presidente di Confindustria Sicilia Alberghi e Turismo, l’intento del progetto “è quello di fare da collettore tra le varie realtà del mondo del turismo e di quello enogastronomico”.

I contorni del progetto sono stati già delineati grazie alla stipula di un protocollo tra tutti gli alberghi aderenti che saranno chiamati a promuovere e commercializzare i prodotti, diventando snodi di partenza per gli itinerari verso le Strade del Vino. Il Movimento Turismo del Vino Sicilia si occuperà, invece, di integrare l’offerta con le visite nelle cantine e fornirà i contenuti per la costruzione di package turistici. Enterprise Europe Network, infine, chiuderà il cerchio creando le basi per l’internazionalizzazione delle offerte. Anche Poste Italiane darà il suo contributo, realizzando un sito per l’e-commerce di prodotti e servizi alberghieri oltre a permettere una veloce ed economica distribuzione dei prodotti agroalimentari.

Antonio Longo