Cerca

Premi INVIO per cercare o ESC per uscire

Questione di feeling

27/08/2022

Quanto conta e di cosa parla una giusta atmosfera
 

Che cosa si intende, esattamente, con il concetto di atmosfera riferito a un ristorante? È l’aria che si respira, è il mood nel quale ci si immerge dal momento dell’ingresso fino a oltre il tempo che vi abbiamo trascorso. È un insieme di dettagli che devono parlare del ristorante. Della cucina, della filosofia, della vocazione. È il modo in cui vogliamo che l’ospite si senta una volta accomodato, è il motivo per cui vogliamo essere scelti.  Per costruire un’atmosfera è fondamentale farsi delle domande. Perché è nato il locale? A chi vuole rivolgersi? Quali emozioni deve suscitare l’ambiente?

Non c’è niente di peggio, sia per l’ospite che per la reputazione del locale stesso, di una promessa non mantenuta. Se con il mio nome, la mia insegna e la mia comunicazione suggerisco al potenziale cliente un certo tipo di esperienza, ho il dovere di non disattenderla in ogni singolo dettaglio. Questo metterà gli avventori a proprio agio e i gestori al riparo da pessime recensioni, almeno in una prima fase.
Quando entro per la prima volta a casa di un conoscente, volgo lo sguardo alle pareti, agli oggetti, alle suppellettili alla ricerca di un qualche elemento di riconoscimento, qualche particolare che mi faccia pensare ecco, questa è casa sua! Allo stesso modo, chi entrerà nel ristorante si aspetterà di trovare elementi di coerenza con l’immagine che del ristorante si era fatto – cioè l’immagine che la vostra comunicazione ha costruito – e prima li troverà, prima si sentirà a proprio agio.

Pensiamo a una coppietta al primo appuntamento. Chi fra i due ha organizzato la serata, lo avrà fatto spinto da una qualche promozione o immagine legata all’intimità e al romanticismo. Non volendo sfigurare, sarà molto attento a ricercare questi elementi prima ancora di sedersi al tavolo. Se al suo ingresso troverà – per esempio - una luce forte, una musica poco consona a una serata romantica e tavoli molto vicini gli uni agli altri, l’impressione che avrà non sarà positiva e la serata non comincerà certo nel migliore dei modi. La prima impressione è importantissima, sia per la reputazione del locale che per il benessere degli ospiti, che sentiranno immediatamente di aver fatto la scelta giusta e si rilasseranno, per le gioia loro e del personale di sala.
Mantenere le promesse, sempre. Questa è una fondamentale chiave del successo per un locale.

 

Che sia impossibile piacere a tutti ed essere adatti a ogni tipologia di clientela, è cosa nota. A fronte della sempre maggiore diffusione di locali tematici, è pur vero che non tutti i ristoranti basano la propria immagine su una caratterizzazione forte. Per questi è certamente più difficile trovare elementi di coerenza. Eppure tutti, anche i ristoranti che si rivolgono a un pubblico più generico, hanno delle particolarità che meritano di essere valorizzate. La tipologia di edificio, la località, la proposta gastronomica, la fascia di prezzo. Tutto può diventare un marchio distintivo, un punto di forza. E se non lo avete ancora trovato, siete sempre in tempo a farlo. Dire che in un ristorante si mangia bene non basta più. Il cliente si informa, cerca, guarda, sceglie, cerca l’esperienza. La comunicazione ad hoc per il proprio target è importante a tutti i livelli. Non solo aiuta a vendere di più, ma anche a evitare di attirare una clientela difforme da quella a cui si rivolge la nostra proposta.
Nemmeno gli autogrill sono tutti uguali, e chi viaggia molto lo sa e sceglie con attenzione la destinazione delle proprie soste.


Martina Manescalchi