Cerca

Premi INVIO per cercare o ESC per uscire

USA: sì anche all’export della bresaola

26/07/2013

USA: sì anche all’export della bresaola
Solo due mesi fa le autorità statunitensi di APHIS, Animal and Plant Health Inspection Service, hanno autorizzato l’esportazione di salami, pancette, coppe e altri salumi a breve stagionatura (prodotti in Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto, Piemonte e nelle Provincie autonome di Trento e Bolzano) per averle ritenute indenni dalla Malattia Vescicola del Suino.

Un traguardo a cui si è arrivati dopo oltre quindici anni di lavori e che da qualche giorno può fregiarsi anche di una nuova vittoria: l’apertura del mercato americano anche alla bresaola; l’ APHIS ha infatti confermato la possibilità per le aziende italiane di esportare bresaola ottenuta a partire da materia prima made in USA.

“Si tratta di un altro grande risultato - afferma Lisa Ferrarini, Presidente di ASSICA – fortemente perseguito dalla nostra Associazione e ottenuto grazie alla tenacia e alla collaborazione del Dipartimento della sanità pubblica veterinaria e della sicurezza alimentare del Ministero della Salute. La bresaola, un prodotto molto apprezzato per le sue qualità nutrizionali, va ad aggiungersi alla gamma dei salumi già esportabili, contribuendo a dare negli Stati Uniti un quadro completo della autentica salumeria made in Italy. Alla 59° Summer Fancy Food di New York – la più importante fiera dell’agroalimentare del Nordamerica - abbiamo toccato con mano il grande interesse di operatori e consumatori statunitensi verso la nostra salumeria”.

Interesse che si traduce in numeri concreti alla mano, come le 5892 tonnellate di salumi italiani che nel 2012 sono state esportate negli USA, registrando un + 21,5% rispetto all’anno precedente. E i pronostici sono ancora più rosei: se la stima di ASSICA verso l’incremento dell’export per il 2014 era pari a 10 milioni, oggi con questa notizia l’Associazione Industriali delle Carni e dei Salumi fa una previsione verosimile che potrebbe superare i 12 milioni di euro.

Un vero successo che ci auguriamo possa essere confermato.

 

Alessandra Locatelli